Quotidiani locali

Primarie nel consiglio sta prendendo quota un Perissinotto-bis

Il vicepresidente Lazzari si smarca: «Non sarò io il numero 1» Carbonari ha le idee chiare: «Spero che non cambi nulla»

BELLUNO. Chi sarà il nuovo presidente del Belluno? Non si parla di allarmismi, in società assicurano di avere le idee chiare, ma più di una curiosità. Tra due mesi il mandato biennale di Gianpiero Perissinotto volgerà al termine e il consiglio di amministrazione del Belluno sta valutando chi potrà essere la migliore soluzione.

Il vice presidente di piazzale della Resistenza Alberto Lazzari è convinto che chi prenderà il posto di “Pero” dovrà essere una figura forte all'interno del consiglio: «Non penso che sarò io il prossimo presidente del Belluno», commenta con un sorriso Alberto Lazzari il numero due gialloblù, insieme a Livio Gallio, «all'interno del cda ne stiamo parlando, il gruppo è solido e ha le idee chiare su quello che c'è da fare. Sicuramente non sarà facile raccogliere l'eredità di Perissinotto ma sono certo che dai prossimi consigli uscirà il nome giusto che sarà una figura forte all'interno del consiglio. Martedì ci troveremo e ne parleremo ancora ma non penso si deciderà ancora niente di concreto, è ancora troppo presto».

Chi invece conferma che non tornerà a ricoprire il ruolo di numero uno del Belluno è Sergio Carbonari che vorrebbe rivedere “Pero” per altre due stagioni: «Dopo il suo biennio chi si può prendere questa responsabilità?», si chiede ridendo Carbonari, «personalmente mi auguro che Perissinotto faccia ancora lui il presidente, ha tutte le carte in regola per farlo. Un mio ritorno? Assolutamente no».

Tornando al match vinto contro il Calvi Noale, il tecnico veneziano Giovanni Soncin commenta la sconfitta: «Sembrava che la partoita dovesse terminare con un pareggio invece è arrivato il loro gol per una nostra distrazione. Una squadra come la nostra che deve pensare solo a salvarsi non può permettersi di avere alti e bassi. A volte ci succede di non crederci abbastanza e di

essere troppo superficiali. Il Belluno? Una squadra organizzata con giocatori di qualità. Se abbassi il ritmo contro un avversario come questo ti fa gol ed è andata proprio così. Adesso pensiamo alla sfida casalinga contro l'Abano, nella quale cercheremo di fare bottino pieno». (g.l.)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare