Quotidiani locali

hockey

Un terzo tempo col turbo per il Cortina 

Trascinato da Torquato e Brace, l’Hafro archivia anche il match contro il Gherdeina e resta in vetta alla classifica

CORTINA. L’Hafro Cortina non si ferma più. Sono 3 su 3 in questa nuova stagione di AHL. La squadra ampezzana rimane al comando della classifica vincendo 7 a 4 il match contro il Gherdeina. Ancora un grande terzo tempo e ancora Torquato e Brace assoluti protagonisti.

Il primo terzo scorre via abbastanza equilibrato. La prima occasione capita sulle stecche del Gherdeina che a metà frazione va vicino alla rete colpendo un palo. Il Cortina si sveglia e comincia a giocare un buon hockey creando un paio di occasioni: sugli sviluppi di un contropiede un giocatore ospite sgambetta Brace, viene concesso il rigore alla squadra di casa, che lo stesso Brace però spara alto. Nulla di fatto fino a quando Torquato decide di scatenare lo show personale e in contropiede infilza sotto l’incrocio il portiere delle “Furie rosse” firmando la rete del vantaggio ampezzano.

Nel secondo terzo partono subito male i padroni di casa che si fanno bucare centralmente dopo un’azione veloce e ben condotta dal Gherdeina: è McDonald che dopo 48 secondi dalla ripresa firma il pareggio. I ragazzi di Omicioli non trovano la giusta quadratura e sprecano un sacco di occasioni davanti a Kostner. Il Gherdeina prova a mettere sul ghiaccio un buon gioco che concretizza a sei minuti dalla seconda sirena, quando McDonald corona una veloce azione in contropiede. Gli scoiattoli non possono restare a guardare ed infiammano il pubblico presente con il grande gol di Brace. Il 23 ampezzano infila di precisione sfruttando la splendida assistenza di Torquato e Zandonella.

Nel terzo periodo cambia la storia della partita con il Cortina che parte subito forte. La rabbia agonistica si tramuta subito in gol: dopo un minuto è Riccardo Lacedelli a firmare il vantaggio. Assist di un splendido Brace per De Biasio che non sbaglia. Il Gherdeina non demorde e dalla linea di metà campo Pitschieler piazza un disco beffardo sotto le gambe dell’estremo difensore biancoblù. 4 a 3. Non finiscono le emozioni perché dopo una serie di ribaltamenti di fronte è Barnabò a riportare sul più 2 il Cortina. Ora la squadra di Omicioli domina l’Olimpico e si porta sul 6 a 3 con la rete messa a segno da Moser che sfrutta il disco mal respinto dal portiere delle “Furie rosse”.
Gli ospiti provano a tornare in partita a meno 3 dal termine quando è ancora McDonald a sfornare un gran gol dalla lunga distanza. Speranze che durano poco, visto che Brace corona la sua prestazione con un’altra rete, quella del 7 a 4 finale che splende sul tabellone dell’Olimpico.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics