Quotidiani locali

Borgoricco subito in rete, San Giorgio ko

Galliot al 6’ condanna gli uomini di Ferro, che provano a recuperare con poca fortuna. Annullato anche un gol a Radrezza

SEDICO. Il San Giorgio Sedico esce sconfitto di misura dal Borgoricco giocando dal 40’ del primo tempo in dieci uomini per l’espulsione di Radrezza.

Decide l’incontro un gol di Galliot dopo soli 6’. I biancorossocelesti ci provano anche con l’uomo in meno ma non riescono a pareggiare e restano inchiodati a metà classifica. La squadra di Alessandro Ferro si rituffa nel campionato di Eccellenza dopo l’eliminazione ai quarti di finale di Coppa Italia dilettanti, mercoledì scorso, in casa dell’Istrana.

In attacco l’allenatore si affida a Lazzarin, Marcolin e Radrezza mentre tiene a riposo capitan Pilotti. I tre fuoriquota sono Scaranto, Doriguzzi e, appunto, Lazzarin. Di fronte c’è il Borgoricco che, nelle prime cinque giornate, ha collezionato cinque punti.

Al 4’ la prima conclusione è di Lazzarin che si libera bene con il fisico del diretto avversario, conclude di sinistro e il portiere si salva. Due minuti più tardi, però, il Borgoricco passa in vantaggio con un’incursione sul settore di sinistra del terzino Galliot che, dopo una respinta corta della difesa biancorossoceleste, torna sul pallone e lo manda in rete a fil di montante.

Al 13’ viene negato un gol a Radrezza che era scattato in profondità ma, a giudizio della terna arbitrale, in posizione di fuorigioco. Una decina di minuti più tardi i padroni di casa reclamano per una trattenuta a Mastellotto in area sugli sviluppi di una punizione laterale: per l’arbitro non c’è nulla.

Al 30’ il San Giorgio Sedico va via in velocità sull’out di destra: Marcolin scambia con Lazzarin, che gli restituisce il pallone dal fondo, ma dal cuore dell’area non riesce a battere a rete con efficacia. Passano altri 5’ e Cappella conquista il primo corner della partita con una rovesciata spettacolare deviata sul fondo. Al 40’ l’arbitro ammonisce per la seconda volta Radrezza e dunque lascia in dieci uomini i padroni di casa. L’impressione è che il provvedimento sia spropositato.

Il San Giorgio Sedico, comunque, reagisce alla grande e, 2’ più tardi, sfiora il pari con un colpo di testa di Lazzarin su bel cross a rientrare di Loat: Tieppo vola e mette in corner. Sul fronte opposto, Regazzo con un diagonale va vicinissimo al 2-0. In avvio di ripresa Malacarne perde di vista Fardin che appoggia all’indietro per Regazzo, il cui siluro dal limite sorvola di poco la traversa. Al 53’ Scaranto respinge un rasoterra ravvicinato
di Cappella. Al 72’ Marcolin calcia improvvisamente in diagonale: il portiere salva prolungando in angolo. Ferro rivoluziona la squadra inserendo, nel corso della ripresa, Vallata, Arcaba, Pilotti, Rodrigues e Luca Malacarne. Ma, nonostante gli sforzi dei bellunesi, il gol non arriva.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista