Quotidiani locali

Limana, è già finita l’avventura di Pavan

Prima. Divorzio con l’allenatore e diesse. Domenica a Santa Giustina in panchina ci va Cima, ma è già pronto Schiocchet

LIMANA. Pavan e Limana, le strade si separano. Che ormai l’avventura di Roberto Pavan in gialloblù fosse giunta alla conclusione lo si era capito da qualche giorno. Da ieri, però, c’è anche l’ufficialità. Una decisione di comune accordo, stando alle parole del presidente Ugo Broggiato, ma in ogni caso adesso la questione più importante è definire il sostituto. L’obiettivo ormai non più nascosto è Tiziano Schiocchet, ma il nome sarà reso noto domani.

«Ci siamo presi in effetti un paio di giorni per valutare», spiega Broggiato, «con Schiocchet ci eravamo incontrati, come avevo avuto modo di ammettere, ma più per iniziare un discorso orientato al futuro. Domani comunque dovrebbe esserci l’annuncio di chi sarà il nostro allenatore».

Nel frattempo a gestire la squadra c’è il vice di Pavan, vale a dire l’ex storico giocatore del Fiori Barp Alessandro Cima. Dovrebbe essere lui a guidare la squadra anche domenica a Santa Giustina contro la Plavis, in quella che è una delicata sfida con vista sulla salvezza: tre punti i gialloblù contro il solo della Plavis.

Nessun rancore. Tornando alla decisione presa riguardo Pavan, il presidente del Limana assicura che non ci sono stati problemi particolari.

«Abbiamo convenuto assieme di interrompere il rapporto. Non tutte le colpe sono sue, assolutamente. Come società probabilmente non siamo stati in grado di dargli alcuni supporti richiesti. Al tempo stesso però va detto che siamo pur sempre una formazione di 1^ categoria, con tutti i limiti del caso. Non è facile gestire i vari aspetti, compreso quello economico, e in ogni caso non giudico assolutamente in maniera negativa il suo lavoro».

Nuovi rinforzi. Una volta sistemata la questione mercato, bisognerà però cercare di rinforzare adeguatamente la rosa.

Dopo l’addio di Tuttoilmondo, Sorrentino e Montesanto, numericamente manca qualcosa e comunque dei giocatori d’esperienza servono.

Qualche nome in quest’ottica circola già. È più di un’idea quella di affiancare al promettente portiere Roccon l’esperto Simone Bianchet, lo scorso anno alla Ztll e ora attualmente senza squadra. In difesa poi l’obiettivo sarebbe inserire Matteo Bez, ex tra le altre di Trento, San Giorgio Sedico e Ztll e in grado di dare un importante contributo di solidità alla retroguardia.

In attacco, detto che ci vorrà ancora qualche mese per il recupero di Lorenzo Malosso, potrebbe tornare Simone De Toni, già a Limana lo scorso anno. In tutto ciò mancherebbe ancora almeno un centrocampista e forse un altro giocatore
da mettere in prima linea.

«Nello specifico parleremo di nuovi innesti una volta insediato l’allenatore. A Santa Giustina la squadra sarà la stessa scesa in campo in Alpago; cercheremo di dare il massimo, consapevoli che anche un punto sarebbe importante per il morale».

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista