Quotidiani locali

«Più bello che con il Campodarsego»

Miniati è soddisfatto per la sua rete. «Ero in posizione defilata, ho esultato quando ho visto il gesto del guardalinee»

BELLUNO. La zolla di Miniati. Aveva segnato un gol praticamente identico due settimane fa, sempre al Polisportivo, contro il Campodarsego. Mike Miniati ci ha preso gusto e nel derby ha siglato il 2-1 con un calcio piazzato telecomandato, che è entrato in rete nonostante il tocco del portiere Borrelli che non è riuscito a impedire che la palla entrasse, e che comunque era stata ribadita in porta poco dopo da capitan Corbanese.

«La posizione era più defilata di quella contro il Campodarsego, per questo mi hanno detto che è stato più bello il gol di oggi, però se serve le zolle le provo tutte volentieri – commenta con un sorriso e con soddisfazione il centrocampista gialloblù Miniati – quando ho visto la palla entrare, il guardalinee ha alzato la bandierina e sono partito per esultare. Sinceramente non ho neanche visto il momento in cui Corbanese ha ribadito in rete la palla».

Feltrino e con un passato nelle giovanili granata della Feltrese. Il gol segnato su punizione è ancora più speciale.

«Sono cresciuto li calcisticamente fino agli Allievi – continua Miniati – con la società sono rimasto in ottimi rapporti, conosco tanta gente li. Vicino all’Union Feltre? Si mi hanno cercato più volte in questi anni, fa piacere ovviamente l’interesse manifestato».

Nel primo tempo la partita non è decollata mentre nel secondo, dopo il vantaggio firmato da Corbanese, le emozioni sono arrivate senza sosta fino al triplice fischio.

«È stato un derby classico, tattico e dove loro nel primo tempo ci hanno pressato alti – spiega Miniati – nella ripresa ci sono stati più spazi e abbiamo iniziato a giocare. Si è visto il nostro palleggio e siamo riusciti a muoverci tra le linee. Il campo? Non è bello assolutamente, ma questo è quello che abbiamo e dobbiamo giocarci. Poi se le zolle per le punizioni sono queste…».

Con una partita in più, il Belluno si gode
in solitaria il secondo posto.

«È giusto darci un’occhiatina alla classifica, ma dopo bisogna pensare subito alla partita successiva – conclude Miniati – siamo partiti con tante novità a luglio e abbiamo sviluppato una sintonia di gioco diversa per il palleggio». (g.l.)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista