Quotidiani locali

serie d

Belluno deludente e fuori dalla Coppa

Nessuna speranza di raggiungere gli ottavi, con gli ospiti sul 2-0 dopo nemmeno venti minuti La timida reazione (occasione per Corbanese e traversa di Masoch) si spegne al terzo gol emiliano

BELLUNO. Niente ottavi, neppure quest’anno. La corsa del Belluno in Coppa Italia si ferma ancora una volta ai sedicesimi di finale. Stavolta a giustiziare i gialloblù è l’Imolese, dopo che nelle ultime due stagioni le eliminazioni erano arrivate per mano della Virtus prima e dell’Altovicentino poi.

In ogni caso, tutto era già compromesso dopo neppure venti minuti, quando gli emiliani si sono trovati in doppio vantaggio senza neppure aver faticato più di tanto. Non vale neanche l’alibi di aver affrontato una squadra che si sta giocando la promozione nel girone D. Il turnover di mister Gadda era piuttosto consistente, con ben tre classe 2000 dal primo minuto e una panchina assomigliante quasi alla rosa di una Juniores Nazionale.

Più contenute le rotazioni di mister Baldi, ma quando i big non girano c’è poco da fare. L’unica speranza è che il 3-0 finale non vada a pesare più di tanto sul morale, in modo da non doverne risentire domenica sempre al Polisportivo contro il Tamai. Lì sì occorrerà un Belluno diverso, perché occorre continuare la rincorsa alla zona playoff.

Brutto avvio. Nel mercoledì di Coppa la più succulenta novità del mister gialloblù è il modulo, con un inedito 3-4-1-2; Franchetto, Sommacal e soprattutto Masoch occupano la zona davanti a Colonna, mentre nei quattro in mediana il giovane Santer affianca Bertagno, con Miniati e Dosso ai lati. Piazza è il trequartista dietro Corbanese e Rocco.

L’Imolese non ha neppure portato a Belluno alcuni titolari, ma fin dal primo minuto inizia un palleggio che manda in tilt tutte le contromosse dei gialloblù. Neppure sette minuti, ed è già il momento del vantaggio ospite: su un lancio in profondità dalla mediana, Franchetto e Masoch marcano in maniera piuttosto allegra Gavoci, e così il numero undici appoggia fuori per l’accorrente Franchini che scarica direttamente sotto la traversa la prima rete di giornata. Ancora Franchini costringe Colonna alla deviazione in angolo, mentre l’unico spunto offensivo del Belluno lo porta un tiro senza pretese di Dosso.

Ad affossare quasi definitivamente ogni possibilità di recupero, ci pensa un grossolano errore di Masoch in disimpegno: Franchini trova Salvatori, smistamento a sinistra per Gavoci e diagonale che vale il raddoppio. Se non altro l’ultimo quarto d’ora di frazione sarà più vivo da parte dei gialloblù, spinti soprattutto dalla verve di Rocco. Sul cross dell’ex Monfalcone, Corbanese tenta il colpo da biliardo sparando però su Mastropietro. Pochi minuti dopo, è la traversa a dire no sull’inzuccata di Masoch. Qualche segnale di ripresa c’è, almeno.

Reazione contenuta. Poco dopo l’avvio della ripresa, spazio a Petdji e Fracaro al posto di Franchetto e Santer, ma i bellunesi sbagliano parecchio nella trequarti avversari.

L’Imolese controlla senza chissà quanti patemi e al 66’ va a mettere la parola fine ad ogni velleità di rimonta. Franchini pesca Salvatori sul filo del fuorigioco, il numero undici si invola e fredda Colonna in uscita. Ormai c’è
poco da fare, così Baldi risparmia minuti a Corbanese, Rocco e Bertagno, facendo tra l’altro esordire Costa. I sussulti da lì in poi saranno veramente pochi, se non una punizione sulla barriera dal limite di Miniati e una botta piuttosto pericolosa di Masoch. Troppo poco, in ogni caso.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista