Quotidiani locali

«Hanno pesato quei due gol evitabili»

Mister Baldi la prende con filosofia. «Nessun problema di approccio, ma recuperare era difficile. Ora testa al campionato»

BELLUNO. Chi mal inizia… Facile non era con l’Imolese e si sapeva, poi andar sotto 2-0 è stata una mazzata tremenda che ha di fatto interrotto la speranza di volare agli ottavi di Coppa Italia. Mister Baldi assicura comunque che la squadra non ha sbagliato il modo di entrare in campo.

«Nessun problema di approccio. Purtroppo abbiamo preso la prima rete in maniera evitabile, in quanto bastava stare più attenti e stretti nella marcatura, mentre la seconda ce la siamo fatta da soli perdendo un brutto pallone. Recuperare le partite poi è sempre difficile, anche se nel finale di tempo abbiamo cercato di giocare e potevamo riaprire il tutto sia con Corbanese e sia con la traversa di Masoch. Nella ripresa si è provato a combinare qualcosa, pur ormai con il risultato compromesso, ma il 3-0 ha suggellato il loro passaggio del turno».

Un Belluno che ha giocato per larghi tratti con il 3-4-1-2.

«Era un esperimento che andava fatto e non lo considero del tutto bocciato. In fondo i gol subiti non sono arrivati per colpa del sistema di gioco, mentre anzi quando abbiamo cercato di prendere in mano la partita qualche buona trama si è vista. È un modo per dare ulteriori stimoli ai giocatori, oltre a poter contare eventualmente su soluzioni diverse nel futuro».

Gli addii di Pramparo, Marta Bettina e da oggi di Parise non hanno ridotto troppo le soluzioni a disposizione?

«No no, quelli operati sono stati tagli necessari per poter pescare maggiormente dal nostro settore giovanile. Adesso la rosa ha più o meno la sua nuova fisionomia, in particolare con gli inserimenti di due nuovi ragazzi Costa e Tabacchi. Anche loro devono crescere ma, sfruttando in particolare il periodo della sosta invernale, avremo modo di lavorare assieme».

Non c’è da abbattersi dopo la doppia sconfitta consecutiva.

«Restano partite diverse tra loro. Sabato in casa della Virtus Verona la prestazione è stata buona e ormai il pareggio
sembrava acquisito, mentre stavolta andare sotto 2-0 dopo pochi minuti ha di fatto compromesso le possibilità di provare a recuperare. Non eravamo sovradimensionati prima e non siamo ridimensionati ora. Dispiace uscire dalla Coppa, quello sì, però ora testa al campionato». (dapo)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista