Quotidiani locali

gol di cibien e vedana 

Il Castion in dieci batte una spaesata Sospirolese

Piol espulso al 15’ per imprecazioni, ma i bellunesi riescono a riorganizzarsi in campo

SOVERZENE. Vittoria pesantissima del Castion contro la Sospirolese, sul campo neutro di Soverzene, grazie ad una rete per tempo di Cibien e Vedana: a rendere ancora più importante questo risultato è il fatto gli ospiti hanno giocato per quasi tutta la partita in dieci uomini, a causa dell’espulsione di Piol. Ciò comunque non ha pesato in campo, grazie all’enorme sacrificio dei ragazzi di Signoretto che ci tenevano a chiudere l’anno con i tre punti. Non bene la Sospirolese: dopo la terribile partita contro l’Agordina, ci si aspettava una reazione più forte da parte dei biancoazzurri; invece, la squadra nonostante la superiorità numerica è sembrata spaesata e poco incisiva.

Certo, a farla da padrona è il gran freddo di questa giornata, che certamente non ha aiutato i ventidue in campo. Nel primo tempo, le emozioni si contano sulle dita di una mano. L’episodio dell’espulsione di Piol, per l’appunto, crea un po’ di scompiglio vista la motivazione: l’arbitro, da regolamento, è costretto a mandare sotto la doccia il giocatore dopo l’imprecazione. Il Castion però si riesce a riorganizzare e tiene comunque bene il campo. Al 40’, in vantaggio biancoverde: buona trama sulla destra, palla indietro verso Cibien che, lasciato colpevolmente libero al limite dell’area, non lascia scampo a Zecchin con il piattone destro. Gol pesante, soprattutto perché arrivato in un momento della gara dove la Sospirolese sembrava essere più in palla.

Nella ripresa, il copione è chiarissimo: Castion dietro e pronto a ripartire in contropiede, padroni di casa che invece tentano di mantenere il pallino del gioco per ritornare in carreggiata. Il problema è che davanti, nonostante i cambi, Pilotti e compagni non riescono ad arrivare alla conclusione e se non si tira, non si segna. L’occasione più pericolosa passa sui piedi di Comiotto, ma il tiro è sporcato e Doro non ha problemi. La sterilità offensiva dei biancoazzurri è compensata dalla letale efficacia dell’attacco avversario. Al 72’ infatti, Vedana chiude i conti, sfruttando un errore in uscita dei centrali difensivi e spiazzando Zecchin. Un regalo colossale quello fatto alla punta castionese, molto
bravo a cogliere l’attimo. Il raddoppio chiude di fatto i conti con venti minuti d’anticipo sul cronometro: c’è ancora il tempo per il Castion di rischiare di fare il tris con la conclusione da fuori di Giazzon, ma il portiere stavolta è attento ed evita un passivo ancora più pesante.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon