Quotidiani locali

calcio

Fant: «Tutti quei recuperi incidono sul campionato»

Seconda. Il Fiori Barp attende il San Michele, ma il presidente Fant ritorna sulle molte gare saltate

MAS DI SEDICO. Di nuovo lì davanti, anche se rischia di contare poco. Le due partite in meno del Cadore non stanno certo facendo vivere a pieno la ritrovata beyya al Fiori Barp. Insomma, si va male anche a parlare di quello che potrebbe essere e del sogno Prima Categoria cullato dai bluarancio. Ad ogni modo, si va avanti, nell’attesa della sparizione di asterischi vari.

«Bisogna essere sinceri», spiega senza tanti giri di parole il presidente Victor Fant. «Non è il massimo in un momento così delicato della stagione trovare molte squadre che hanno partite da recuperare e quant’altro. D’altronde la parte emotiva ha il suo bel peso, e il contesto temporale in cui viene giocata ogni sfida credo incida. Ma non mi riferisco al Cadore in particolare, la mia è un’analisi più generale del girone da cima a fondo, classifica alla mano. Detto ciò ognuno deve sempre cercare di dare il massimo, senza dubbio».

Ora il San Michele. Il Fiori Barp comunque di stimoli ne ha tanti. Dopo il pari a Feletto di domenica vuole assolutamente ripartire, specie trovandosi ad affrontare la terza in classifica San Michele. Un successo taglierebbe fuori i trevigiani dalla corsa al primo posto e metterebbe indubbia pressione ai cadorini, al di là dei recuperi. Fant analizza in ogni caso tutto il percorso dei suoi ragazzi.

«Mancano ancora alcune partite a finire la stagione, ma l’obiettivo di disputare un ottimo campionato è stato centrato da un po’. Il merito è di tutti e sarà difficile dimenticare questa annata, vada come vada il risultato sportivo».

A questo punto però si prova a vincere il campionato, anche perché i playoff sono un terno al lotto che neppure dà la certezza del passaggio di categoria.

«Non possiamo ancora parlarne, perché resta molto da delineare. Naturalmente andare al piano superiore sarebbe

il miglior traino possibile per una società che fa del lavoro nel settore giovanile il suo fiore all’occhiello. Le prospettive per i ragazzi del vivaio sarebbero sicuramente migliori con la Prima. Proviamoci, e vediamo a fine aprile cosa saremo riusciti a combinare». (dapo)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik