Quotidiani locali

Belluno School Run, centro invaso da 2000 magliette verdi

Grande successo per la quarta edizione che ha raccolto 14 mila euro per le scuole del capoluogo

BELLUNO. La Belluno School Run batte tutti i precedenti record di partecipazione e di raccolta fondi in favore delle scuole, del reparto di pediatria e dell’associazione italiana sclerosi multipla.

Sono state oltre duemila le magliette verdi che hanno colorato le vie del centro storico per quella che si conferma essere una delle pedonate non competitive più amate dai bellunesi. I percorsi, da 4 e 5, chilometri hanno portato genitori, bambini, insegnanti e altri supporter dell’iniziativa da piazza dei Martiri al parco Città di Bologna attraverso via Mezzaterra, piazza Duomo, via Matteotti, via Feltre e ritorno.



«Abbiamo raccolto 14mila euro», ha confermato Giangiacomo Nicolini, principale organizzatore dell’evento «ogni anno ci miglioriamo; nella scorsa edizione avevamo toccato quota 1800 presenze, quest’anno abbiamo stracciato anche quel record».

Gran parte del merito di questo risultato va agli alunni degli istituti comprensivi 1 e 3 che hanno raccolto le iscrizioni e si sono dati da fare nei giorni scorsi per sponsorizzare al meglio la giornata. «Solo le scuole Ricci e le Gabelli hanno raccolto oltre duecento iscrizioni a testa», spiega Nicolini, «ma tutte le persone coinvolte, i genitori, gli sponsor e la cinquantina di volontari presenti hanno preso a cuore l’iniziativa supportando la gara in modo splendido».

Prima della partenza, in piazza dei Martiri, hanno dato spettacolo i giovanissimi ballerini di Danza Oltre che con il loro flash mob si sono scatenati sul pavé in una coreografia che ha fatto ballare tutti i presenti, esibizione resa ancor più spettacolare dall’arrivo a sorpresa dei bambini vestiti con la maglietta verde della manifestazione che hanno dato prova delle loro doti di danzatori in un ballo coordinatissimo e coloratissimo.



«Per noi è un piacere immenso poter ballare in luoghi diversi dal solito e coinvolgere la cittadinanza nelle nostre performance», aveva spiegato Elena Posocco, insegnante di Danza Oltre che ha preparato e guidato i suoi bravissimi ragazzi della scuola di danza durante tutto il ballo. Lungo tutto il percorso della corsa hanno pensato gli infaticabili alpini a garantire la sicurezza del lungo fiume di magliette verdi. «Il mio plauso più grande va a tutti i volontari che hanno assicurato l’ordine, la vendita delle magliette e la festa finale al parco Città di Bologna», dice Michele De Cian, co-organizzatore della School Run «gli sponsor hanno creduto sempre di più in noi, aumentando di numero ad ogni edizione e permettendoci di coprire i costi delle magliette e destinare i fondi agli scopi che avevamo previsto».

Alla partenza era presente anche l’assessore allo sport Marco Bogo che ha commentato: «Una manifestazione che unisce sport, danza e volontariato non può che trovare il pieno appoggio dell’amministrazione, rientrando perfettamente nei valori della carta etica dello sport che stiamo preparando».
 

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik