Quotidiani locali

Scoppia il giallo fuoriquota per la Ztll

Il giudice dà il 3-0 a tavolino al San Martino, ma ci sarebbe un errore dell’arbitro e la società rossoazzurra farà ricorso

MEL. Rischia di complicarsi, per un errore formale, la corsa della Ztll ai vertici del campionato di Prima categoria. La squadra, che fino a ieri era seconda a quattro punti di distacco dalla capolista Montello, e che domenica aveva battuto 1-0 il San Martino Colle, è stata punita con la sconfitta a tavolino poiché, secondo il Giudice sportivo, avrebbe giocato la parte finale dell’incontro senza il giocatore fuoriquota classe 1997 previsto dal regolamento.

In realtà, a quanto risulta alla Ztll (e, peraltro, anche dalle cronache sportive della giornata), gli zumellesi non avrebbero affatto violato il regolamento. Si tratterebbe, invece, di un errore da parte dell’arbitro (che avrebbe sbagliato a riportare i cambi) nella compilazione del mini referto consegnato ai dirigenti a fine gara e in cui sono riportati cambi, risultato, ammonizioni e espulsioni.

Referto che, però, è stato firmato anche dalla dirigenza zumellese che, ad ogni modo, nelle prossime ore si attiverà per fare ricorso e cercare di vedersi restituiti i tre punti conquistati sul terreno di gioco.

«Emerge dal referto arbitrale – scrive il Giudice sportivo – che la società, al 38’ del secondo tempo, ha sostituito l’ultimo atleta in campo di classe 1997, Kristian Sbardelotto, con l’atleta Nicola Iannuzzi, classe 1991, contravvenendo così alla disposizione con la quale s’imponeva l’impiego, per tutta la durata della gara, di un calciatore nato dal primo gennaio 1997 in poi».

In casa Ztll, però, c’è la certezza che il regolamento non sia stato violato perché, dal primo all’ultimo minuto un giocatore classe 1997 c’è stato in campo, ed è Andrea Sitta.

«La lista è corretta – spiega il ds Michele Chittaro – mentre il problema è che l’arbitro ha segnato due cambi loro a noi e viceversa. Tra l’altro, dai cambi riportati, risulta che nella Ztll il giocatore con la maglia numero 18 è entrato sia al 10’ che al 40’ del secondo tempo. Quindi credo che l’errore dell’arbitro sia palese e non dovrebbero esserci problemi. Comunque adesso ci informeremo per come fare ricorso, perché Sitta ha giocato 97’, quello è fuori di ogni discussione. L’unica cosa è che bisogna stare attenti, quando si va dentro lo spogliatoio dell’arbitro a firmare a fine partita, e rileggere un attimo il referto».

Il giudice ha deliberato di non omologare il risultato conseguito sul campo, sanzionare la Ztll con la perdita della gara (decretando quindi la vittoria a tavolino del San Martino Colle per 3-0) e con un’ammenda di 50 euro. Il dirigente accompagnatore Elvio Colle, inoltre, è stato inibito fino al 7 maggio.

«Ci sono anche i fogliettini da compilare

– continua Chittaro ritornando sull’accaduto – e quei fogliettini erano compilati giusti, quindi presumo che li controllino. Gli arbitri li tengono o li mandano in federazione con il referto, almeno finché non esce il comunicato, perché altrimenti non avrebbe neppure senso farli».

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori