Quotidiani locali

Il Real Belluno si sposta a Longarone

Calcio a 5. La società di Cucco cambierà nome e giocherà nel nuovo impianto

LONGARONE. L’estate della svolta. Il Real Belluno si trasferisce a Longarone, dove in estate riaprirà dopo qualche anno il palasport.

«Finalmente avremo una vera e propria sede», annuncia il mister Maurizio Cucco, «e questo è un fattore fondamentale per costruire qualcosa. In queste stagioni abbiamo giocato a Feltre, Alano, Limana e Belluno, e questo ci ha obbligato a partire praticamente da zero ogni anno, perché gli spostamenti spesso hanno costretto i giocatori a lasciare la squadra. Ora, invece, abbiamo trovato la piena disponibilità da parte dei nuovi gestori del palasport, e possiamo programmare anche a medio-lungo termine la nostra attività».

Cambierà il nome della squadra, a sottolineare quanto questo sia visto dalla società come un vero e proprio anno zero.

«A breve ufficializzeremo la nuova denominazione, e quanto prima potremo annunciare anche i primi acquisti. Arriveranno ragazzi giovani, sia dal calcio a undici che dal calcio a cinque, che ci hanno chiesto di provare questa nuova esperienza, e sono loro il perno su cui vogliamo costruire il nostro futuro».

Nel comunicato pubblicato sulla propria pagina Facebook, il Real Belluno ha espresso inoltre preoccupazione per la situazione del calcio a cinque in provincia, ormai diventato una “guerra” ogni estate per accaparrarsi i pochi giocatori rimasti.

«Purtroppo ogni anno si perde qualche pezzo ed è sempre più difficile. Questo nuovo progetto cerca di dare nuova linfa al movimento ma non vogliamo assolutamente fare la guerra con le altre società, per questo accoglieremo in squadra tutti quei giocatori che ci chiederanno di provare, senza andare a bussare alle porte di nessuno».

Nel campionato di Serie D appena concluso i gialloblu non sono riusciti a trovare un posto nei playoff, ma sono arrivati fino alla final four di Coppa Veneto.

«La stagione per me è stata positiva, perché ci ha permesso di crescere. Abbiamo avuto qualche problema numerico che ci ha frenato, e quest’anno infatti cercheremo di avere in rosa qualche giocatore in più. Per ora posso dire che abbiamo confermato i portieri Calvi e Qofiri e alcuni

giocatori come D’Elia, Delrio e Neacsu, mentre dovrebbe inoltre tornare dalla Canottieri Giacomo Dal Paos».

Capitan Pavei avrebbe espresso qualche dubbio in più legato alla competitività del roster, ma alla fine dovrebbe ancora guidare in campo il “nuovo” Real.



TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori