Quotidiani locali

Cini senza avversari: in meno di 4 ore domina la gara media

Al femminile vince Leonardi, che stacca Prato di 2’ Tra i bellunesi Federica Celato è 8ª, Alessandro Sogne 18°

FELTRE. Il tempo è volato per Fabio Cini (Cicli Copparo), che ci ha messo cinque minuti in meno dell’edizione 2017 per completare i 133 km della Medio Fondo Sportful, con un dislivello di oltre 3 mila metri spalmati in quattro salite che non lo rendono certo un percorso medio qualsiasi. Con un tempo sotto le 4 ore (3. 58’15”), Cini scrive il suo nome nell’albo d’oro della corsa. Ormai abbonato al secondo posto, Domenico Romano (Biemme Garda sport) conquista la medaglia d’argento come l’anno scorso. Terzo il suo compagno di squadra Francesco Avanzo.

Tra i bellunesi, diciottesimo Alessandro Sogne (Brema Pissei) e ventitreesimo Alessandro Pauletti (Pedale Feltrino).

In rosa, imprendibile per tutte Jessica Leonardi (Lapierre Trentino alè), che va a vincere in 4.29’10”, 2’03” in meno di Annalisa Prato (De Rosa Santini), seconda. Completa il podio la britannica Hannah Rhodes Patterson. Vola nella top ten Federica Celato (Pedale Feltrino), ottava.

Il primo Gran premio della montagna è a Cima Campo, che fa già selezione, poi tocca al Passo Broccon, dove davanti restano i magnifici tre: Fabio Cini, Domenico Romano e Francesco Avanzo, con un vantaggio di 25” su Cristian Pinton, inseguitore solitario mentre dietro sono in otto. Superato senza scossoni il passo Gobbera, la gara si infiamma sulla salita di Croce d’Aune. Cini piazza lo strappo decisivo e allo scollinamento è da solo al comando con un vantaggio di 2’22” su Romano, che a sua volta ha staccato Avanzo di altri 2’14”. Ormai il podio è deciso.

In gara anche il fondista della nazionale italiana Dietmar Noeckler, che in bicicletta non sfigura, visto che chiude ventunesimo. Arrivano fianco a fianco, 329° e 330°, gli ex ciclisti professionisti Joachim “Purito” Rodriguez e Paolo Bettini. Lo spagnolo si è goduto «una granfondo con un’atmosfera familiare», divertendosi

insieme all’olimpionico azzurro, che ringrazia la famiglia Cremonese. Al via pure la pluricampionessa mondiale ed europea Letizia Paternoster e la feltrina Lara Vieceli, compagne di squadra con l’Astana women. Fuori classifica, hanno usato la gara come allenamento.(sco)

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro