Quotidiani locali

hockey 

Feltre riparte dai suoi giovani, no alla richiesta dell’Alleghe

FELTRE. Avanti, nonostante l’autoretrocessione. Non sono stati certo giorni facili in casa Feltreghiaccio, dopo la sofferta decisione di rinunciare alla serie B per ripartire dalla meno complicata...

FELTRE. Avanti, nonostante l’autoretrocessione. Non sono stati certo giorni facili in casa Feltreghiaccio, dopo la sofferta decisione di rinunciare alla serie B per ripartire dalla meno complicata serie C.

Il livello più alto del torneo cadetto, che quest’anno potrà vedere tesserato per ogni squadra un giocatore straniero, ha consigliato ai biancorossi di fare il classico passo indietro. Un modo per potersi togliere qualche soddisfazione in più e lavorare, nel frattempo, sul vivaio.

«Intendiamo svilupparci nel corso dei prossimi anni», si legge nel comunicato ufficiale del club, «partendo dal consolidare le basi societarie e il parco sostenitori, oltre che da una maggiore valorizzazione degli atleti del nostro vivaio. Teniamo a precisare come i “motivi economici” richiamati dalla cronaca locale, che a una lettura superficiale potrebbero far pensare a problemi di natura economica e generare quindi una dannosa figura per l’immagine della nostra società, si riferiscono a delle precise e ponderate considerazioni di budget. Ogni estate si valuta la partecipazione della prima squadra ai campionati senior garantendone la giusta competitività, e al tempo stesso considerando gli investimenti necessari per il settore giovanile».

L’Alleghe, nel frattempo, si era mossa con l’intenzione di chiedere al Feltre di poter avere a disposizione i migliori giovani per garantire loro la possibilità di confrontarsi ancora con un campionato di serie B. Idea che non sembra chissà quanto entusiasmare il Feltre. Anzi, nel comunicato il "no" pare secco.

«Ci fa piacere che l’Alleghe cerchi i nostri giovani: si tratta di un segno di riconoscenza per il contributo che sono riusciti a garantire alle giovanili della compagine agordina. Al tempo stesso, attesta l’ottimo lavoro e impegno che come società abbiamo profuso. Ringraziamo Alleghe per la collaborazione avuta negli anni, senza escludere possa riproporsi in futuro, ma oggi stiamo lavorando a braccetto con i ragazzi per garantir

loro un percorso con il quale permettere ai più talentuosi, nulla togliendo alla società agordina e alla sua storia, di ambire a livelli di maggior spessore tecnico».

Insomma, o al Feltre o in qualche altra società più ambiziosa. (dapo)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro