Quotidiani locali

il programma degli eventi 

Estate di musica e cultura tra i murales di Cibiana

Tra i punti qualificanti la festa del patrono San Lorenzo, il concorso fotografico e i quadri viventi di fine luglio

CIBIANA. Tanta musica, quest’estate, nel paese dell’arte, dalle case affrescate con i murales, alla biennale del Rite, fino al museo fra le nuvole, in cima alla montagna. Cibiana si appresta a ricevere i tanti visitatori anche con un programma musicale.

Sabato scorso il via al Taulà dei Bos con la musica, sabato prossimo in località Sottocroda, si terrà un concerto di musica, guarda caso in mezzo al bosco. Il 21 luglio il Taulà dei boss ospiterà il “Dolomiti Blues&Soul Festival”. A fine mese, precisamente il 28 e 29 luglio, Cibiana accoglierà l’attesa Festa dei murales viventi che, come al solito, si svolgerà nella caratteristica borgata di Masariè.

L’estate cibianese non riserva solo musica, ovviamente. Ecco, infatti, le serate culturali al Taulà dei bos, la prima il 3 agosto (alle 20.30) con Lino Da Col che presenterà “Cibiana: dalle miniere alla chiave”. L’inizio di agosto sarà comunque canoro, con musica dal vivo, il 4, sempre al Taulà, e con un concerto della Banda Vaboite sul Rite, alle 11 del 5 agosto. Il 10 arriverà la festa del patrono san Lorenzo, con la classica sagra a Masariè, e tra il 14 ed il 15 agosto, al Taulà, si “celebrerà” in festa il ferragosto. Ma subito dopo, il 18, ecco una novità: festa dell’arte in strada in località Pianezze. Il 20 agosto ancora musica; alle 21 nella chiesa di San Lorenzo Concerto d’organo. Anche in questo caso una novità: la performance di Vico Calabrò che disegnerà durante il concerto.

L’8 ed il 9 settembre si terrà al Taulà il classico appuntamento con i funghi, mentre il 9, al Rifugio Remauro, la festa di fine estate. Il 16, alla Baita sci club, pranzo per gli anziani di Cibiana dai 65 ai 100 anni. Ritorna quest’estate anche il Concorso fotografico, dal tema “Giochi e riflessi di luce sulle infinite forme che l’acqua assume nella vallata di Cibiana”.

Attraverso la fotografia, vogliamo cogliere – spiegano gli organizzatori del Gruppo Ladino della Pro Loco – il legame profondo tra luce e acqua nel nostro ambiente. Il concorso comprende un’unica sezione ed è rivolto a tutti: fotografi professionisti e non. I concorrenti possono presentare una sola stampa, le fotografie dovranno avere il lato maggiore non inferiore a 24 cm e dovranno essere montate su cartoncino robusto avente il lato maggiore compreso tra i 30 e i 45 cm. Le immagini possono essere sia a colori che in bianco e nero, con layout orizzontale e verticale. Non sono consentite fotografie in formato digitale né diapositive, ma esclusivamente in

formato stampa su carta fotografica di qualità. Non saranno accettate ristampe di vecchie fotografie. La giuria sarà composta da Roberto Bianchi, Fabio Baggio, Stefano Da Rin Puppel, Franco Olivieri Frol, Alfredo Piccolo. –

Francesco Dal Mas. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

TrovaRistorante

a Belluno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro