Via libera allo schema di convenzione per la pista di bob di Cortina

CORTINA «Abbiamo approvato in Giunta lo schema di convenzione con il Comune di Cortina per definire i passaggi fondamentali della riqualificazione dell'impianto di bob "Eugenio Monti". Dallo studio di fattibilità tecnica ed economica dovranno emergere chiaramente le condizioni e gli interventi necessari per riportare alla luce una pista nata nel 1923, ristrutturata per ben quattro volte modificando lunghezza e curve, e che nel corso della storia ha ospitato campioni da tutto il mondo. Sulle ceneri di questo tracciato nascerà la nuova pista che dimostrerà, a distanza di 70 anni dalle Olimpiadi del '56, di essere all'altezza dei prossimi giochi olimpici del 2026». Lo afferma il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, annunciando l'approvazione del provvedimento che interessa direttamente una delle 4 "Venue" di gara individuate nel territorio Veneto ed inserite nel Masterplan olimpico.

A tutti gli effetti l'intervento di riqualificazione dell'impianto di bob di Cortina d'Ampezzo costituisce interesse pubblico nei tre livelli: comunale, regionale e nazionale in relazione all'attrattività di carattere turistico-sportivo che riveste come attrattività per tutto il territorio montano. «L'accordo di programma con l'amministrazione ampezzana è un passaggio fondamentale per mettere nero su bianco costi e benefici di un'infrastruttura strategica per tutto l'Arco Alpino, sia in termini sportivi sia in termini turistici - sottolinea -. In Italia non esiste una pista per le discipline dello skeleton, del bob e dello slittino per cui credo, senza presunzione, che l'impianto ai piedi delle Tofane possa diventare una struttura polivalente di riferimento europeo per le Federazioni Nazionali». «Abbiamo la possibilità di far rinascere una pista dove crescere i giovani talenti dello slittino e che potenzialmente potrebbe generare un indotto complementare al comparto dello sci - continua Zaia -. La Regione intende fare la sua parte impegnando in bilancio 85 mln di euro come investimento per le "Venues Olimpiche" e affidando lo studio di fattibilità per l'intervento di riqualificazione della pista di bob. La soluzione più idonea sarà valutata congiuntamente con il Comune di Cortina, proprietario dell'impianto, per definirne con celerità l'attuazione».

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi