In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Cortina: diritti tv sulla Coppa del Mondo, la metà alla Fisi

Morzenti: «Sempre stato così». Enrico Valle non parla

Alessandra Segafreddo
2 minuti di lettura
Enrico Valle: amara riunione con la Fisi 
CORTINA. I diritti televisivi delle gare di Coppa del Mondo di sci femminile saranno divisi a metà tra Comitato organizzatore dell'associazione Coppa del Mondo e Federazione Italiana sport invernali. Ieri mattina la riunione tra il direttivo del comitato promotore dei Mondiali di sci 2017. Si sono riuniti attorno ad un tavolo il sindaco Andrea Franceschi, presidente comitato, Enrico Valle, presidente associazione permanente CdM e altri.  Poi Giovanni Morzenti presidente Fisi e Roberto Bortoluzzi che ha avuto l'incarico dalla Fisi di rappresentare il territorio veneto nel comitato. La riunione si è svolta in gran segreto ma ne è emerso che per le gare di Coppa del Mondo i diritti televisivi consessi al comitato organizzatore saranno del 50%. «Durante la riunione», spiega Morzenti da Dobbiaco, dove è andato ad assistere al Tour de Ski, «abbiamo parlato della candidatura. Abbiamo poi chiarito la posizione della Fisi in merito ai diritti televisivi delle gare di coppa del mondo. La Fisi concederà il 50% dei diritti e si terrà l'altro 50%. Voglio sottolineare», conclude Morzenti, «che la promozione agonistica e sportiva è in carico alla Fisi, la promozione del territorio invece è in carico al territorio. Chi vuole organizzare le gare lo sa che è così». Da sempre si sa che i soldi derivati dai diritti televisivi sono linfa vitale per i comitati organizzatori delle gare di Coppa del Mondo. In un momento di crisi economica come quello attuale è infatti impossibile vivere solo dei soldi derivati dagli sponsor. All'indomani della buona notizia che il comitato di Valle ha ottenuto una terza prova, ossia il Super G che era stato annullato a Saint Moritz, ne arriva una pessima per gli organizzatori. Enrico Valle non vuole commentare la notizia. Ma già il 29 dicembre durante la presentazione dei gironi di Coppa a Cortina all'hotel de la Poste aveva introdotto il problema. «E' un anno particolare», aveva detto, «perché è in scadenza il contratto dei diritti televisivi e commerciali. La Federazione ha annunciato di volersi tenere una fetta di diritti e siamo ai ferri corti, come noi anche altri comitati organizzatori di gare di Coppa del mondo». E ora la notizia è arrivata, la Fis tiene per sé il 50%, cioè qualche centinaia di migliaia di euro, Cortina organizzerà per la 19ª volta consecutiva le gare di Coppa del Mondo da sci femminile, l'augurio unanime è che si riesca ad organizzarle anche in futuro. Il programma definitivo della settimana di Coppa del Mondo a Cortina prevede quindi il primo SuperG, di recupero, venerdì 21 gennaio; sabato 22 si correrà la discesa libera e domenica 23 il secondo SuperG. Le gare saranno precedute, mercoledì 19 e giovedì 20 gennaio, dalle prove cronometrate obbligatorie della discesa libera. Il comitato è al lavoro e questa notizia per ora non lo bloccherà, i conti si faranno alla fine.
I commenti dei lettori