In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Pulizia sull'Ortigara, gli alpini ci sono

Il gruppo Moline-Sorriva ha partecipato alla manutenzione delle trincee

1 minuto di lettura
 SOVRAMONTE. Preceduti da una delegazione austriaca e da una slovena, anche gli alpini del gruppo Moline-Sorriva hanno partecipato per il quarto anno alla pulizia delle trincee sull'Ortigara. Situata nell'altopiano di Asiago, teatro di una delle più tremende battaglie della prima guerra mondiale, la zona è oggi un enorme ecomuseo all'aperto.  Nel fine settimana gli alpini, guidati dal capogruppo Giovanni Appocher, hanno ripulito i camminamenti sul Monte Ortigara, insieme ad alcuni altri gruppi feltrini. È stata una di quelle esperienze «da non dimenticare», racconta il capogruppo, che ringrazia tutti gli alpini fra i quali, tiene a ricordare Appocher, «la sezione di Feltre con il consigliere Denis Budel».  Alzato il tricolore e reso l'onore ai caduti, il gruppo ha ricordato un soldato originario di Sorriva, Bortolo Reato, che fu protagonista su quelle montagne e decorato medaglia d'argento per aver fatto il suo dovere. Sotto i colpi dell'artiglieria, e con l'uso di un'arma tremenda come il lanciafiamme, la battaglia finì come con uno stillicidio mortale.  «Ortigara, Ortigara! Ventimila siam partiti, ventimila siamo morti», come recita L'Ortigara, un famoso canto alpino che ricorda i fatti bellici svoltisi sull'omonima montagna. La pulizia di sentieri e strade rientra nel quadro delle attività che le penne nere di Moline-Sorriva, come ricorda Appocher, mostrando di conoscere quella canzone, svolgono anche in territorio comunale, dove di recente è stata ripulita un'area d'interesse naturalistico. (a.a.)
I commenti dei lettori