Vacanza a Cortina, truffa on line per dei giovani padovani

I ragazzi avevano pagato per affittare un appartamento per una settimana di vacanza: dopo la denuncia i carabinieri sono risaliti ad un trevigiano

CORTINA. Vacanza rovinata per un gruppo di giovani padovani convinti di aver affittato un appartamento a Cortina per una settimana di relax. L’affare era stato chiuso on line ma, al loro arrivo, si sono accorti che il locale era tutt’altro che disponibile. Era infatti occupato dai legittimi proprietari.

La disavventura è toccata ad un gruppo di giovani di Padova che, dopo aver versato una caparra di 300 euro al proponente, contattato attraverso un sito di scambi commerciali diretti, si sono resi conto che la transazione nascondeva in realtà una truffa.

Denunciato l'episodio ai carabinieri, il responsabile è stato identificato in un pregiudicato residente nel trevigiano. Gli stessi militari sono riusciti ad individuare e a denunciare gli autori di altri eventi simili, in particolare persone che avevano posto in vendita sullo stesso portale dei videogiochi i quali, una volta pagati, non sono mai stati recapitati.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi