Dal tribunale minori appello per Ismail

BELLUNO. Sul caso di Ismail, il bambino portato via da Belluno dal padre Ismar Mesinovic, di origine bosniaca e a quanto risulta combattente dell'Isis morto in Siria, «ci saremmo aspettati più...

BELLUNO. Sul caso di Ismail, il bambino portato via da Belluno dal padre Ismar Mesinovic, di origine bosniaca e a quanto risulta combattente dell'Isis morto in Siria, «ci saremmo aspettati più impegno dalle autorità, invece a noi non risulta che ci sia stato nessun passo formale né dall'Italia né dalla Bosnia». A dirlo l'ex ministro degli Esteri Franco Frattini, ad un convegno della Società Italiana per l'organizzazione internazionale, sulla sottrazione internazionale dei minori. Nel corso dell'incontro è partita l'idea di un appello per un impegno della Farnesina nel ritrovare il bimbo, rapito tra il 2013 e il 2014 all'età di due anni. A lanciare la proposta la presidente del tribunale dei minori di Roma, Melita Cavallo, che ripercorrendo la vicenda ha spiegato che la madre del piccolo, Lidia Solano Herrera, ha denunciato il marito alla procura di Belluno, ma il procedimento va verso l'archiviazione per morte del reo. A suo avviso non si può essere certi della morte di Ismar e le indagini potrebbero continuare e si potrebbe attivare la decadenza della responsabilità genitoriale del padre, «fatto questo che potrebbe attivare la Farnesina per aiutare Lidia a rintracciare il suo bambino».

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi