Cortina vola: presenze +5%, arrivi +6.9%

Solo un altro segno più in tutte le valli dolomitiche. Il sindaco Franceschi: «Il giusto premio a una politica mirata»

CORTINA. Turisti in aumento a dicembre a Cortina. Sono stati resi noti, seppur con mesi di ritardo, i dati alberghieri ed extra alberghieri elaborati dal sistema statistico della Regione: per dicembre 2014, segnano un aumento sia delle presenze e sia degli arrivi. Le presenze negli alberghi di Cortina aumentano del 5% e gli arrivi del 6.9%. Nel dicembre scorso i turisti sono stati 103.831 rispetto ai 102.203 del 2013. Il dato è sicuramente positivo, e vede un incremento anche degli italiani, (+7.1% nelle presenze e +5.4% negli arrivi). Vi è però un leggero calo nella permanenza, che non supera i 5 giorni. Gli stranieri presentano +6.4% negli arrivi alberghieri e +3.8% nelle presenze. Il confronto con le valli vicine, elaborato da Cortina Turismo, sui dati alberghieri mostra dinamiche favorevoli per Cortina sia per quanto concerne i turisti italiani e sia per gli stranieri. Analizzando le presenze alberghiere di dicembre, Cortina chiude con il 5% in più rispetto all'anno precedente; positivo anche il dato dell'Alta Pusteria, 2% in più.

Calano invece le presenze nelle altre valli: in Gardena dicembre ha segnato un - 3.4% e in Alta Badia un -14.4% nelle presenze alberghiere. Tra i connazionali, in calo i residenti in Sicilia (-14.1%) e in Emilia Romagna (-3.2%); in aumento invece i pugliesi dell'1.8%, i toscani del 7% e i lombardi del 39.5%. Tra gli stati esteri, dalla Russia si registra un calo del 18.5% nelle presenze alberghiere e dalla Germania un calo del 27.1%. In aumento gli altri stranieri: dagli Usa c'è un incremento dell'1.4%, dalla Francia un +77,2% e dai Paesi Scandinavi un +40%.

«Sebbene i dati vengano forniti con estremo ritardo», ammette il sindaco Andrea Franceschi, «meritano sicuramente un'analisi. Come diconi i numeri, Cortina continua nel trend di crescita. Dicembre ormai da alcuni anni dà l'avvio alla stagione invernale e sono sempre più numerose le strutture che aprono per il ponte dell'Immacolata. Quest'anno la neve non è mancata e già dai primi di dicembre erano numerosi gli impianti aperti. Fa piacere vedere che Cortina cresce negli arrivi e nelle presenze e che spicca anche rispetto alle altre località limitrofe e concorrenti. Questi dati positivi sono sicuramente il frutto anche di una politica turistica iniziata anni fa che sta portando i suoi frutti. Oggi si dà forse per scontato che a dicembre la stagione si apra con il “fashion week”, che porta in conca centinaia di persone, ma anni fa questo evento non c'era e la stagione partiva a ridosso di Natale. Eventi mirati e la riorganizzazione del consorzio Cortina Turismo stanno sicuramente contribuendo all'allungamento della stagione e ad avere dati positivi. Questi numeri sono frutto di una programmazione precisa e lungimirante. Spiace solo», conclude Franceschi, «che durante le stagione ci siano imprenditori locali o rappresentanti di categorie economiche che lanciano messaggi negativi sull'assenza di turisti, che poi vengono smentiti con i dati; seppur in ritardo. I numeri parlano chiaro: Cortina aumenta presenze e arrivi anche a dicembre 2014».

Alessandra Segafreddo

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi