La bellezza sotto i riflettori al Museo d’arte Rimoldi

CORTINA. Sarà inaugurata oggi alle 18 “Imago Aphroditae. La bellezza muliebre dal XV al XX secolo”. La mostra, curata da Gian Camillo Custoza, allestita al museo d’arte moderna Mario Rimoldi, si...

CORTINA. Sarà inaugurata oggi alle 18 “Imago Aphroditae. La bellezza muliebre dal XV al XX secolo”. La mostra, curata da Gian Camillo Custoza, allestita al museo d’arte moderna Mario Rimoldi, si propone di riflettere sul tema dell’iconografia femminile, e in particolare sull’ideale di bellezza che ne contraddistingue i tratti. In mostra si trova una lunga successione di esempi iconografici propri della storia dell’estetica occidentale, dal Quattrocento al Novecento. L’esposizione offre al visitatore l’eccezionale possibilità di vedere riunite una serie di opere celeberrime, attinenti ai principali canoni della bellezza femminile, veri esempi iconografici propri della storia dell’estetica occidentale. Sono dipinti provenienti da importanti collezioni italiane, pubbliche e private, oltre che opere della stessa collezione Rimoldi. I dipinti sono esposti nelle stesse sale dove si può anche ammirare il “Bambin Gesù delle Mani” di Bernardino di Betto, detto il Pinturicchio.

Stasera alle 18 dopo il taglio del nastro spiegheranno la mostra Claudio Spadoni, Irene Pompanin e Gian Camillo Custoza. (a.s.)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Un fiume di grandine e pioggia lungo la via del paese in Valceno (Parma)

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi