Carabiniere coinvolto in una scazzottata

Il militare in borghese aggredito da Simone De Dorigo mentre sta andando a fare la spesa al supermercato

FELTRE. Botte, strattoni e cazzotti davanti al supermercato Coop. È terminata al pronto soccorso dell'ospedale di Feltre la violenta lite che ha coinvolto un carabiniere in forza alla compagnia di Feltre e Simone De Dorigo, personaggio noto alle forze dell'ordine e alla giustizia bellunese. L'episodio sul quale si sta facendo luce risale al tardo pomeriggio di giovedì. Il giovane feltrino sta trascorrendo il pomeriggio, come spesso accade, facendo la spola tra la banchina o il marciapiede della stazione ferroviaria e la zona prospiciente l'ingresso del supermercato. Nel frattempo un militare che presta servizio nella vicina caserma di via Monte Grappa posteggia l'auto nel parcheggio e scende probabilmente proprio per andare a fare la spesa. Lì viene intercettato da De Dorigo, il quale, visibilmente sotto l'effetto dell'alcol, inveisce contro il carabiniere e poi passa rapidamente alle vie di fatto aggredendolo.

Ne nasce una scazzottata nella quale il militare, inizialmente, cerca soprattutto di contenere il ragazzo, ma dopo avere incassato alcuni colpi reagisce e colpisce a sua volta De Dorigo che ha la peggio, anche e soprattutto, per colpa del suo stato di ebbrezza alcolica. Dopo lo scambio di “cortesie” viene chiesto l'intervento del 118 che giunge sul posto recuperando entrambi i contendenti per portarli al pronto soccorso. A preoccupare sono le condizioni di De Dorigo, il quale, secondo alcune testimonianze, lontano pochi metri dal luogo della lite, si accascia al suolo, sembra privo di sensi. Una volta giunti in ospedale i due pazienti seguono strade diverse, ma alla fine la prognosi è molto meno importante di quanto la colluttazione facesse temere: per entrambi il referto parla di pochi giorni giorni di riposo per tornare in forma. De Dorigo, in particolare, dopo essere stato ricoverato per una notte in reparto per i lividi riportati, ha firmato l'autodimissione per uscire dall'ospedale. I carabinieri stanno approfondendo la vicenda per accertare le singole responsabilità, anche se fortunatamente le modeste conseguenze fisiche hanno, almeno in parte, ridimensionato l’episodio.

Il giovane era stato protagonista di un'altra lite pochi giorni prima con un feltrino sempre nella stessa zona. Un diverbio cominciato sul lato della stazione e proseguito poi con la fuga precipitosa del feltrino, inseguito sulle strisce pedonali da De Dorigo e dal suo cane di taglia medio grande, fin dentro al supermercato, dove non si sa cosa sia accaduto. In ogni caso segnali di una situazione psico fisica incostante.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi