Valt è il nuovo consigliere via libera a progetti sociali

BELLUNO. C’è un nuovo consigliere da ieri in Provincia. Dopo le dimissioni per motivi familiari di Moreno Broccon, della lista Consiglieri per l’autonomia, al suo posto è stato nominato Fulvio Valt,...

BELLUNO. C’è un nuovo consigliere da ieri in Provincia. Dopo le dimissioni per motivi familiari di Moreno Broccon, della lista Consiglieri per l’autonomia, al suo posto è stato nominato Fulvio Valt, consigliere comunale a Falcade. Valt era il quarto in lista tra i non eletti, ma poiché Luciana Furlanis (sindaco di Cibiana) e Celeste Balcon (consigliere comunale a Belluno) hanno rinunciato, è toccato all’esponente falcadino prendere il posto del collega. A dargli il benvenuto è stato l’assessore Ezio Lise che gli ha augurato buon lavoro.

La nomina è avvenuta ieri nel corso del consiglio provinciale, che ha anche dato all’unanimità il suo via libera alla variante urbanistica per lo sportello unico di Cortina. Il documento prevede la realizzazione di cinque edifici per attività produttive in località Pian da Lago di proprietà del gruppo Botteghe artigiane, e la costruzione di strade di accesso, parcheggi e piazzole. La superficie su cui si svilupperà la nuova area produttiva sarà di oltre 10.300 metri quadrati. I nuovi edifici saranno realizzati con le ultime tecnologie per il risparmio energetico; prevista anche una centrale a biomasse a servizio dell’intero complesso industriale.

Approvata all’unanimità anche la modifica alla stazione unica appaltante (Sua) della Provincia di Belluno, che permetterà ai Comuni di ottenere un supporto per gli appalti per l’acquisizione di lavori, beni e servizi con importi pari o superiori a 40 mila euro.

L’utilizzo della “Sua” - è bene sottolinearlo . ha un costo per i Comuni che ne usufruiscono, secondo una convenzione che dovrà essere sottoscritta tra le parti: previsto il pagamento di un contributo annuo per le spese di funzionamento della stazione, determinato in 0,35 cent/€ per abitante in base ai dati Istat. Per le procedure di gara relative a beni e servizi di importo superiore alle soglie poste dalla normativa comunitaria, il contributo verrà integrato di una quota variabile e pari allo 0,5% del valore dei servizi a base d'asta al netto dell'Iva. Infine, in caso di appalti per lavori di importo superiore a 500 mila euro, il contributo sarà integrato di una quota variabile pari allo 0,25% del valore dell'appalto a base d'asta al netto dell'Iva.

Infine, è passata la proposta di intesa interistituzionale tra enti locali, parti economiche e sociali su cinque progetti a favore del supporto sociale al Bellunese. I progetti - che rientrano tra le priorità di investimento del programma operativo regionale Fse 2014-2020 - prevedono la riduzione e la prevenzione dell’abbandono scolastico precoce, tramite iniziative di orientamento, accompagnamento e sostegno; la promozione dell’inclusione sociale e l’incremento dell’occupabilità di soggetti svantaggiati e di parte di popolazione a rischio di esclusione sociale. (p.d.a.)

Frullato di fragole, carote e semi oleosi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi