In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Svolta rosa al Cai: eletta Federica Ciprian

VAL DI ZOLDO. Federica Ciprian è la nuova presidente del Cai sezione Val di Zoldo. Succede a Domenico Pascalin Sagui, che ha completato dopo due mandati. È la prima volta di una presidente in rosa...

1 minuto di lettura

VAL DI ZOLDO. Federica Ciprian è la nuova presidente del Cai sezione Val di Zoldo. Succede a Domenico Pascalin Sagui, che ha completato dopo due mandati. È la prima volta di una presidente in rosa e ciò avviene dopo la festa del mezzo secolo della sezione. Vice presidente è Alessandro Santin, mentre alla commissione sentieri è stato designato Dennis Corazza, alla commissione rifugi Roberto De Rocco, segretario è Oliviero Olivier, addetta ai verbali Alice Olivier, alle relazioni pubbliche Arianna De Pellegrin, referente con il Cai Veneto e nazionale Domenico Pascalin Sagui. Gli altri consiglieri sono: Pompeo De Pellegrin, De Gianni De Rocco, Laura De Rocco, Lucia De Rocco, Nina De Rocco, Claudia Pellegrini, Stefano Zalivani. I candidati non eletti saranno ugualmente invitati a far parte dei gruppi di lavoro.

In precedenza c’erano stati i festeggiamenti per i cinquanta anni della sezione (nata il 4 novembre del 1966 che coincideva con il triste giorno dell’alluvione) con una cena al ristorante Tan de l’Ors. In quella occasione erano stati premiati i soci fondatori: Corrado Angelini, Sergio Balestra, Bruno Brustolon, Mario Costantin, Fausta De Feo, Cesare De Pellegrin, Rosolino De Pellegrin, Sara De Pellegrin, Valentino De Pellegrin, Luciano De Rocco, Paolo Lazzarin, Demetrio Mosena, Renato Mosena, Giorgio Pieruz, Pietro Sommavilla, Giuseppe Zampieri. Ricordati Eugenio Maier e Ferruccio Mosena, scomparsi nel 2015. A cena c’era stata la consegna dei distintivi d’oro ai soci con una anzianità di iscrizione di 50 (i soci fondatori) e 25 anni (Denis Arnoldo, Giovanni Biasin, Anna Da Rold, Pompeo De Pelelgrin, Luca De Rocco,, Cecilia De Rocco, Fabio Lazzaris, Brunella Mosena, Edoardo Scussel, Giacomo Renzo Scussel. (ma.a.)

I commenti dei lettori