Depuratore, presidio a Palazzo Piloni

Lentiai. I comitati dei cittadini domani manifestano contro la Provincia: «La presidente nega ci sia un incontro fissato»

LENTIAI. Comincerà con un presidio davanti alla sede della Provincia la settimana dei cittadini che lottano contro il depuratore all’ex San Marco. Gli attivisti sono venuti a sapere di un incontro, in programma domani mattina alle 9.30 a Palazzo Piloni, fra la presidente della Provincia, il Cipa, Lattebusche e il sindaco di Lentiai. Hanno chiesto informazioni, non hanno ottenuto risposte e sono andati dritti in Questura a firmare la richiesta di presidio.

«È scandaloso che dopo aver portato mille persone in piazza a Lentiai la presidente della Provincia neghi di avere questo incontro», spiega Sisto Zuccolotto, di Acqua Bene Comune. Il comitato, insieme al Gruppo Natura Lentiai, al comitato No al depuratore, a Liberi dai veleni e al Wwf sta contestando da tempo il progetto del Cipa. «Lunedì (domani, ndr) si svolgerà un tavolo tecnico per discutere della piattaforma dei veleni», continua Zuccolotto. «E mi fa arrabbiare che nessuno ci abbia formalmente avvisati, perché venerdì sera ho chiamato la presidente della Provincia chiedendo conto del tavolo, che era stato inizialmente fissato per martedì. Lei mi ha detto di non saperne nulla e mi ha invitato a ricontattarla lunedì nel tardo pomeriggio. Oggi (ieri, ndr) siamo venuti a sapere che l’incontro è stato spostato proprio a lunedì, alle 9.30 del mattino. Ho scritto alla presidente e ha negato ci sia questa riunione».

Lo fa anche alla stampa, in effetti: «Non ci sarà nessun incontro lunedì mattina in Provincia. Io sono ad Auronzo per un altro appuntamento e non ho in agenda alcun incontro sul depuratore di Lentiai. Né io, né il consigliere Deon, né il dirigente del settore ambiente». Deon conferma di non sapere nulla e di essere impegnato con l’attività amministrativa nel suo Comune.

Ma il presidente di Lattebusche Augusto Guerriero ha in agenda un appuntamento in Provincia domani mattina. Per parlare del depuratore all’ex San Marco. «Siamo certi che l’incontro ci sarà, abbiamo anche noi i nostri contatti e mentire non ha senso», continua Zuccolotto. «Abbiamo portato mille persone in piazza a contestare il progetto del Cipa, penso che abbiamo tutto il diritto di essere informati sugli sviluppi della situazione. È vergognoso che la Provincia non ci convochi».

Mentre gli attivisti preparano il presidio di domani (inizio alle 9), attendono la convocazione dell’assemblea dei sindaci che sarà chiamata ad esprimersi sul progetto. «La data non è ancora stata fissata», conclude la Larese Filon. «Ma comunque all’ordine del giorno non c’è nulla in merito al depuratore di Lentiai».

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi