Affitti meno cari per rivitalizzare il centro

Comune e associazioni di categoria stringono un patto per ripopolare aree come via Mezzaterra

BELLUNO. Rilancio del centro storico, il Comune stringe un patto con le associazioni di categoria. Ciascuno farà la sua parte per ripopolare zone storiche e di grande pregio come via Mezzaterra, ma anche aree che attendono una sistemazione definitiva (l’ex ospedale civile).

Palazzo rosso, Confocmmercio, Confartigianato e Appia hanno predisposto un protocollo d’intesa, che contiene le linee guida per un percorso teso a riqualificare vaste aree della città. Il documento sarà firmato fra qualche settimana, perché andrà integrato con le indicazioni del bando nazionale sulla rigenerazione urbana.

Di valorizzazione del centro storico si parla da tempo nei palazzi dell’amministrazione e delle associazioni di categoria. I quattro soggetti si sono confrontati ed è emersa un’unione di intenti, scritta nel protocollo d’intesa. Il Comune mette sul tavolo agevolazioni per chi deciderà di investire con un’attività nelle aree oggetto di intervento, ma anche uno snellimento della burocrazia, e lancia il progetto Vivi Belluno che punta a ripopolare il centro con i giovani.

La prima bozza è stata discussa ieri in giunta: «Metteremo a disposizione venticinque alloggi di edilizia pubblica e a luglio partiranno le agevolazioni per il parcheggio di Lambioi», ha annunciato il sindaco, Jacopo Massaro. Si punta anche a favorire la ristrutturazione di edifici: «È già stata deliberata la riduzione del 60 per cento degli oneri dovuti per l’occupazione del suolo pubblico per chi deve posizionare un’impalcatura per lavori di ristrutturazione», ha aggiunto l’assessore Franco Frison.

Il Comune cercherà anche di dialogare con i proprietari degli immobili sfitti, per invitarli ad abbassare i canoni e favorire l’insediamento di nuove attività. Le associazioni di categoria promuoveranno l’iniziativa a tutti i loro associati.

«Lo spopolamento del centro è iniziato con l’apertura dei centri commerciali, avevamo lanciato l’allarme allora e si è verificato esattamente quello che temevamo», ha sottolineato il presidente di Confartigianato Giacomo Deon. «Ma il nostro centro storico ha potenzialità enormi, troviamo il modo per valorizzarlo». Il presidente di Confcommercio Paolo Doglioni guarda un po’ più in là, alla riqualificazione delle aree dismesse in via Vittorio Veneto e nella zona della Veneggia, dall’Appia arriva l’appello a valorizzare via Mezzaterra come strada dell’artigianato. Le tre associazioni dialogano e sono in sintonia sul tema. Il Comune è con loro. La via del rilancio del cuore della città è tracciata.

Alessia Forzin

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Crolli sulle Dolomiti. Ecco il distacco dal monte Pelmo. Squadre di soccorso all'opera

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi