Poste, il sistema non funziona Ancora proteste a Levego

BELLUNO. Ancora disagi con la consegna della corrispondenza da parte di Poste Italiane spa. A lamentarsi sono ancora i residenti della frazione di Levego. Qualciuno, infatti, sta ancora aspettando la...

BELLUNO. Ancora disagi con la consegna della corrispondenza da parte di Poste Italiane spa. A lamentarsi sono ancora i residenti della frazione di Levego. Qualciuno, infatti, sta ancora aspettando la bolletta dell’Enel, che scadeva ieri. «Mia zia», dice uno dei residenti, «si è dovuta far spedire via fax la bolletta per poterla pagare senza sanzione. Comunque qui non si vede il postino da oltre una settimana».

Dopo un avvio tragico, qualcosa è migliorato, ma il nuovo sistema di recapito a giorni alterni ancora non funziona. E anche se dalla sede regionale di Poste fanno sapere che non risultano particolari difficoltà - «tutto sta procedendo bene» -, la popolazione bellunese non è dello stesso avviso.

Malgrado metà del personale impegnato nel recapito (che avrebbe dovuto essere impiegato per coprire la carenza di organico degli sportelli) sia ancora al suo posto, la consegna è ancora molto problematica. «Il 18 maggio scorso era previsto, secondo i piani aziendali, che metà dei postini fossero trasferiti agli sportelli», dice Francesco Riva, della Slp Cisl. «Ma sarà dura che questo possa avvenire, perché altrimenti salterebbe tutto il sistema. Che ci siano problemi e che questo recapito a giorni alterni non vada bene come sperato, lo dimostra anche il fatto che, a livello nazionale, la partenza di questa nuova organizzazione del lavoro è stata bloccata in attesa di sistemare l’esistente».

Lo stesso sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, qualche giorno fa ha incontrato i vertici regionali di Poste per rappresentare loro i disagi che il territorio sta subendo. «Dalla società è venuto l’impegno a migliorare la situazione e anche in tempi brevi», dice il primo cittadino che aggiunge: «Mi è stato consigliato di inviare, direttamente a loro le segnalazioni di disservizio da parte dei cittadini così da verificarne subito le cause e intervenire prontamente». (p.d.a.)

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi