Impianti di risalita a Cortina: è boom anche d'estate: +24.64% rispetto al 2015

Tra Dolomiti Super Summer e tessere di vallata un incremento oltre le speranze. Enrico Ghezze: «I numeri assoluti non sono enormi ma è il trend che è in crescita»

CORTINA. Aumentano i turisti che utilizzano gli impianti di risalita in estate. La stagione appena conclusa vede su Cortina un aumento del 24.64% dei vacanzieri che hanno utilizzato la tessera Dolomiti Super Summer (quella che dà accesso a 100 impianti di risalita nelle 12 valli dolomitiche che aderiscono al progetto) o le tessere di vallata suddivise tra il Bike pass (per chi si è portato la mtb al seguito) o l'Hiking pass (per chi è solo salito in cima ai monti con l'impianto e ha poi camminato tra vie ferrate, sentieri e boschi).

«La stagione appena conclusa», ammette Enrico Ghezze, presidente del consorzio Impianti a fune di Cortina, San Vito, Auronzo e Misurina, «ha registrato la miglior performance degli ultimi cinque anni. I numeri assoluti, se si contano le persone, non sono enormi; ma il fatto che ci sia un incremento dell'utilizzo delle tessere per usufruire degli impianti in estate è un dato che ci fa capire che siamo sulla buona strada. Cresce ulteriormente la domanda di vacanza attiva, specialmente nel pubblico più giovane e negli stranieri».

La novità dell’estate 2016 è stata rappresentata dall’offerta del giornaliero Dolomiti Super Summer, che ha registrato su Cortina circa il 40% del totale delle tessere vendute.

«Con il meteo sempre incerto», sottolinea Ghezze, «abbiamo visto che è stata vincente l'idea di fare la tessera giornaliera o a punti che, soprattutto nei primi mesi dell'estate, ha avuto un ottimo riscontro. Le tessere giornaliere o a punti hanno registrato un più 79,35% di vendite rispetto alla scorsa stagione, che era stata una calda e soleggiata estate».

Interessanti anche i numeri analizzati fra i diversi comprensori d'Ampezzo. Sommando le vendite dei pass dolomitici e dei pass di valle, gli impianti della Tofana sono i più utilizzati, seguiti da quelli di Faloria-Cristallo, Lagazuoi, Averau-Cinque Torri e zona Socrepes-Pomedes. Analizzando invece i dati relativi alle tessere divise per settore, per il bike l'area più visitata si conferma il Faloria, seguita da Tofana, Socrepes-Pomedes e Averau-Cinque Torri. La tessere hiking è invece stata utilizzata maggiormente in Tofana seguita da Faloria-Cristallo, Averau-Cinque Torri, Socrepes-Pomedes e Lagazuoi.

«La nostra volontà è di insistere con la pubblicità delle tessere estive», spiega Ghezze, «in quanto è un servizio che è corretto che ci sia per chi si sofferma in una località anche solo tre notti; e poi vogliamo creare i percorsi bike. Ci sono vari progetti: spingeremo affinché vengano concretizzati. Vogliamo la nascita di percorsi dedicati alle mtb e a chi utilizza le bici assistite che sono sempre più in voga. L'idea è di creare tracciati divisi. Da una parte i percorsi del Cai, che continueranno ad essere attraversati a piedi o di corsa; dall'altra tracciati dedicati al passaggio sulle due ruote. Con una mini rete di percorsi dedicati al bike, nel 2017 i numeri dei passaggi potranno essere anche superiori».

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi