L’app Tourist office mappa le bellezze

LENTIAI. Tourist Office approda anche a Lentiai. Dopo Mel, Trichiana e Limana, anche il quarto comune della Sinistra Piave ha scelto l’innovativa applicazione per smartphone e tablet che consente di...

LENTIAI. Tourist Office approda anche a Lentiai. Dopo Mel, Trichiana e Limana, anche il quarto comune della Sinistra Piave ha scelto l’innovativa applicazione per smartphone e tablet che consente di accedere in tempo reale alle informazioni turistiche legate ai siti di maggior interesse. L’app Tourist Office permette agli interessati di accedere ad una guida turistica digitale e gratuita in qualsiasi momento della giornata: dalla piattaforma è possibile scegliere la località, gli eventi e i punti di interesse culturali e paesaggistici, geo-localizzati su una mappa interattiva.

«Al momento sono stati registrati sette siti turistici: la chiesa arcipretale di Santa Maria Assunta, il sentiero dei capitelli con la chiesa di San Giacomo, le chiesette di San Donato, San Bartolomeo e San Bernardo, le località di Canai, Stabie e Boschi e Malga Garda», spiega il vicesindaco di Lentiai, Paolo Dal Magro. «Ma il lavoro non è ancora completo: ci siamo già attivati perché nel nostro territorio ci sono numerosi luoghi che meritano di essere conosciuti. Facciamo un appello ai privati di farsi avanti e sfruttare questa occasione per una maggiore visibilità turistica».

La app verrà continuamente aggiornata con gli appuntamenti e gli eventi del territorio: »Questo strumento nasce infatti sia per valorizzare i luoghi di maggiore interesse, ma anche per pubblicizzare le numerose manifestazioni e richiamare il pubblico anche da zone periferiche», prosegue.

Tra poco si parlerà anche di Albergo Diffuso in quel di Lentiai, che punta sulla promozione degli hotel e dei bed&breakfast: «Tutti gli operatori saranno invitati ad un incontro con l’amministrazione comunale, durante il quale consegneremo loro il materiale legato all’app Tourist Office per fare in modo che le informazioni e l’esistenza di questo interessante strumento venga passata a più persone possibile», conclude Dal Magro. «Pensiamo che questi due progetti vadano sviluppati nel migliore dei modi, perché consentono di ampliare la visibilità e l’attrattività turistica non solo del nostro territorio comunale, ma dell’intera Sinistra Piave».

Il comune sta inoltre lavorando alla traduzione della guida turistica correlata alla app, attualmente solo in italiano, in altre lingue come il tedesco, l’inglese e il francese. L’app è scaricabile gratuitamente su ogni dispositivo. (bdp)

Video del giorno

Pellegrini e Montano, campioni che smettono. Lo psicologo dello sport: "Persone, non solo atleti"

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi