Problemi di staticità chiuso il park all’ex Moi

Le lastre di cemento armato nella parte superiore della struttura si sono spostate Impediti il transito e la sosta sulle rampe di salita e discesa, in corso perizie

BELLUNO. Il cemento armato si è spostato. Una parte del parcheggio all’ex mercato ortofrutticolo, in via Feltre, non è più sicuro ed è stato chiuso sia al transito delle auto che ai pedoni. Ne va della sicurezza. L’ordinanza con i divieti è stata firmata dal comandante della polizia locale Gustavo Dalla Ca’ il 29 aprile, a seguito di un sopralluogo fatto il giorno precedente dal responsabile del servizio Mobilità e urbanistica del Comune, dal tecnico del servizio opere pubbliche ed espropri di Palazzo Rosso, dal direttore e da un tecnico di Bellunum, la società che si occupa della gestione delle aree di sosta in città.

La verifica ha evidenziato alcune anomalie nella struttura. Alcune lastre di cemento armato della soletta al piano superiore hanno subito degli spostamenti, e lo spazio fra le lastre stesse si è allargato. Inoltre alcune canalette per la raccolta delle acque al piano superiore del parcheggio poggiano leggermente sui bordi delle lastre, diventando instabili e soggette a possibile caduta nella parte sottostante dell’area di sosta. Anche le lastre delle due rampe, di salita e discesa agli stalli superiori della struttura, presentano degli evidenti spostamenti e infine alcune controventature metalliche risultano essere eccessivamente lasche, tanto da richiedere una verifica della tesatura per garantire un’azione efficace.

I tecnici, evidenziate tutte queste anomalie, chiedono di effettuare con urgenza una perizia tecnica della struttura. Nel frattempo, invitano a chiudere al transito e alla sosta delle macchina le rampe, tutta l’area soprastante del parcheggio e quella sottostante in corrispondenza delle rampe stesse.

Non appena il sindaco Massaro ha letto il verbale, ha immediatamente disposto la chiusura di parte del parcheggio. «Sono in corso ulteriori verifiche, che porteranno a stimare i costi per la sistemazione della struttura», spiega il primo cittadino.

Il parcheggio all’ex Moi è stato realizzato a metà anni ’90, durante il primo mandato del sindaco Fistarol. In quel periodo la città subì una rivoluzione, dal punto di vista della mobilità, e venne riqualificata l’area dell’ex mercato ortofrutticolo. Il parcheggio, dunque, ha più di vent’anni, e il tempo ha fatto il suo corso creando, come spiega il comandante della polizia locale Dalla Ca’, «qualche problema di staticità». Periodicamente vengono fatti dei controlli, e l’ultimo ha evidenziato le anomalie che hanno portato a decidere per la chiusura parziale dell’area.

L’amministrazione, comunque, ha dei progetti per l’area ex Moi: si sta valutando di spostare la struttura superiore del parcheggio in ospedale (previa sistemazione), per risolvere il problema della carenza di stalli.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi