Trenobus delle Dolomiti, con l’app si acquista il ticket  

Al via domenica il servizio turistico per i bikers provenienti da Venezia, Vicenza e Padova e diretti all’anello dolomitico

BELLUNO. In partenza il trenobus delle Dolomiti. Domenica debutterà il servizio estivo che, con lo stesso biglietto, permetterà agli appassionati delle due ruote di viaggiare comodamente da Venezia, Vicenza e Padova fino a Calalzo e prendere poi l’autobus per le località turistiche del Cadore, a cominciare da Cortina e Misurina. Sempre da domenica si potrà acquistare il biglietto del treno+bus comodamente dal proprio cellulare, tramite le app Trenitalia e Dolomitibus disponibili. Con quest’ultima applicazione si potranno vedere non solo gli orari delle corriere, ma anche gli eventi estivi della provincia.

Quest’anno, il treno-bus sarà attivo tutti i giorni fino al 10 settembre. I treni quotidiani provenienti da Conegliano e da Belluno (tutti Minuetto) saranno attrezzati con sette posti per le biciclette e a Calalzo avranno la coincidenza con il servizio bus (una corsa al mattino e una al pomeriggio) attrezzato per il trasporto bici verso l’anello delle Dolomiti. Al sabato e nei festivi le corse ferroviarie dirette da Venezia, Vicenza e Padova saranno in coincidenza con due servizi bus, attrezzati anche con wi-fi a bordo, per ciascun senso dell’anello e saranno muniti di carrello per le bike. Il treno dalla laguna disporrà di 60 posti per biciclette (23 saranno prenotabili) mentre quello da Vicenza ne avrà sette tutti soggetti a prenotazione. I mezzi di Dolomitibus, invece, potranno portare fino a 30 bici.

I bus saranno in coincidenza a Misurina con le corse per le Tre Cime di Lavaredo e a Cortina con quelle per Dobbiaco. Questi mezzi saranno disposizione sia dei bikers sia di chi vuole andare a vedere le meraviglie dolomitiche.

La prenotazione del treno+bici+bus è obbligatoria. Il ticket sarà valido 24 ore e permetterà al turista di salire e scendere dal bus ogni volta che lo vorrà all’interno del circuito.

Novità anche per chi non è in possesso della due ruote: «Lungo il percorso, infatti, è attivo un servizio di noleggio bici anche a pedalata assistita», precisa Giuseppe Pat, presidente di Dolomitibus. «Previsto uno sconto del 10% ai possessori della tessera Unica Veneto o del ticket giornaliero Trenobus hop on hop off». I punti di noleggio sono localizzati alla stazione ferroviaria di Dobbiaco, al ristorante chalet Cimabanche, nelle vie Ria de Zeto e Marconi a Cortina, in via Toffoli a Calalzo, in via Pause (località Taiarezze) ad Auronzo e al frontelago di Misurina.

«Si tratta di un servizio che mira a realizzare un sistema integrato e intermodale, oltre che a mettere in rete operatori capaci di offrire un prodotto turistico per il territorio ed esportabile», dice Pat. «Sta ora al territorio e agli operatori turistici cogliere le potenzialità del servizio per generare valore e lavoro».

Video del giorno

Un F-35 della Marina inglese non riesce a decollare dalla portaerei e si schianta in mare

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi