Dolomiti Fantasy ritornerà «Faremo una nuova edizione» 

Comune di Trichiana, Pro loco e associazione Red Phoenix si sono riuniti per fare il punto L’assessore Danieli: «Ci sono cose da limare ma l’evento ha funzionato e vogliamo riproporlo»

TRICHIANA. Vogliamo il bis di Dolomiti Fantasy. Questo è quanto emerso dalla riunione che si è tenuta qualche giorno fa tra Comune, Pro loco e associazione Red Phoenix e che ha decretato che l’evento, visto il grande successo ottenuto alla prima edizione, verrà riproposto anche il prossimo anno, magari allargato e pianificato ancora meglio.

Lo spiega uno dei promotori dell’evento dedicato al mondo fantasy, l’assessore alla cultura Elisa Danieli: «Una volta terminato l’evento ci siamo tutti riuniti e abbiamo fatto il punto della situazione, elencando gli aspetti positivi e le cose che invece potevano essere migliorate: ciò che è emerso è stata la volontà di riproporre Dolomity Fantasy. Tutti coloro che si sono seduti intorno al tavolo sono rimasti soddisfatti: ci sono cose da limare ma stiamo parlando di un evento che ha funzionato bene e che ha raccolto il consenso di famiglie e giovani. Da parte di amministrazione e Pro loco c’è da capire se si può investire di più su un settore piuttosto che un altro. Bisognerebbe creare una maggiore collaborazione con la scuola per allargare l’evento e consentire ai bambini di partecipare. Stiamo valutando se rifare l’evento nello stesso periodo o anticiparlo, ma questo è solo un aspetto marginale».

L’impegno da parte di tutti, dalla Pro loco agli organizzatori passando per l’amministrazione comunale ha permesso la realizzazione e il successo della manifestazione. Di Dolomiti Fantasy parla anche l’assessore Lillo Trinceri, tra i primi a credere nella riuscita dell’evento: «Vista la buona riuscita della manifestazione, l’amministrazione, con la Pro loco e con l’entusiasmo di Red Phoenix, ha deciso che l’evento va riproposto. Perché è stato un momento di incontro per un sacco di ragazzi e non era una cosa facile da realizzare in quest’ottica, poi perché c’è stato un riscontro non solo a livello provinciale, ma anche dai territori vicini, dal Trevigiano al Trentino passando per varie zone d’Italia. Il parco Lotto rimane la location più giusta anche per la prossima edizione, nella quale valuteremo cosa fare anche con la parte dei prodotti locali. Per la prossima edizione ci sono già delle idee di fondo che discuteremo nei prossimi mesi: saranno in ogni caso delle novità, sempre legate al mondo fantasy. Colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta i volontari che hanno permesso la realizzazione dell’evento».

Chiude il presidente della Pro loco, Davide De Bona: «Dolomity Fantasy rimane un evento da riproporre: rimangono da stabilire le date e alcune modalità. Certamente, essendo la prima edizione avrà anche un seguito, perciò ci siamo riuniti per capire quali sono le cose che andranno migliorate. Vedremo le forze in campo e prenderemo le decisioni migliori, in piena sinergia con gli altri partecipanti».

Dante Damin

Arrosto di maiale con funghi e castagne

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi