Parcheggi, in sei mesi 30 mila euro in meno

Olivotto: «Chiederemo a Bellunum un report». Con l’assestamento più soldi per sfalci e manutenzioni

BELLUNO. Va bene il Museo Fulcis, vanno male i parcheggi. Intanto il Comune trova i soldi per gli eventi natalizi. Giovedì il consiglio comunale si riunirà per approvare l’assestamento di bilancio, e nell’ultima manovra entrano diversi provvedimenti. Fra le entrate principali, spiega il vicesindaco e assessore al bilancio Lucia Olivotto, ci sono gli 83 mila euro in più che derivano dal Museo Fulcis: «Ci eravamo tenuti bassi con le stime in fase di previsionale, invece il palazzo sta funzionando davvero bene e abbiamo incassato più del previsto».

Entrano in cassa, poi, 27 mila euro, come accertamento una tantum di Ici, Tasi e imposta comunale sulla pubblicità. «Fra le minori entrate, però, evidenziamo un calo degli introiti derivanti dai parcheggi», continua il vicesindaco. «Trentamila euro in meno rispetto a quanto avevamo previsto di incassare». Il calo riguarda soprattutto le aree blu, quelle a parcometro, ma anche Lambioi non è esente da una mini crisi: l’aver ridotto le tariffe mensili per gli abbonamenti ha fatto sorridere gli utenti ma ha generato un calo negli incassi per Bellunum.

«Il numero degli abbonati è cresciuto, ma non in maniera tale da compensare la riduzione della tariffa mensile», spiega la Olivotto. «Chiederemo un report dettagliato a Bellunum, ci sono dinamiche che vanno verificate e analizzate con attenzione per capire cosa sia successo e come, eventualmente, intervenire».

Nel capitolo spese ci sono incrementi nel capitolo destinato agli sfalci (+15 mila euro) e in quello per le manutenzioni negli edifici scolastici (+46.800 euro, per i piccoli interventi che vengono effettuati in estate). Sono inoltre stati stanziati 45 mila euro per sistemare le case Kraller, che saranno date in gestione all’Ater per sviluppare il progetto Vivi Belluno. «Inoltre è stato sclassificato un terreno di uso civico a Bolzano bellunese, e con la cifra ricavata (15 mila euro) sarà sistemato il parcheggio a Baita Tovena», aggiunge.

Infine c’è il Natale. Il Comune inizierà in queste settimane a programmare gli eventi e le iniziative di dicembre, e con la manovra di assestamento di bilancio sono stati stanziati 30 mila euro. Serviranno sicuramente per le luminarie e alcuni eventi, forse anche per il mercatino. Il programma è ancora da stabilire, «se ne occuperanno il sindaco e l’assessore Bogo, ma intanto i soldi ci sono». (a.f.)

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi