Novità in Marmolada: dalla funivia al ghiacciaio si arriva con due ascensori panoramici

Gli impianti collegheranno la stazione di Punta Rocca con la pista. I lavori sono terminati, presentazione il 21 e 22 dicembre

ROCCA PIETORE. Dalla funivia alla pista senza fatica grazie a due avveniristici ascensori panoramici. L’importante intervento realizzato alla stazione di Punta Rocca della funivia che sale da Malga Ciapela, a 3265 metri, sarà presentato il 21 e 22 dicembre prossimo nell’ambito dei festeggiamenti per i 50 anni della società Funivie Marmolada e Tofana. «Un traguardo tecnologico per una montagna a portata di tutti», commenta il presidente Mario Vascellari.

Da quest’anno per chi salirà, a piedi o con gli sci, con la funivia della Marmolada fino a Punta Rocca sarà ancora più facile e comodo accedere al ghiacciaio. Nella stazione a 3265 metri, la quota più alta raggiungibile con un impianto nelle Dolomiti, sono stati infatti realizzati due avveniristici ascensori che collegano il piano d’imbarco della funivia con la pista. Finora il dislivello di circa 14 metri doveva essere superato “scalando” ben quattro rampe di scale. Un impresa non facile con scarponi ai piedi, sci e racchette in mano. Una situazione che creava un certo impaccio e difficoltà non solo agli sciatori poco allenati o abituati a muoversi con l’abbigliamento da sci.

«La situazione a Punta Rocca», spiega Luciano Sorarù, direttore della società Funivie Marmolada e Tofana, «era uno dei gap che dovevamo colmare dopo gli importanti lavori di ristrutturazione ed ammodernamento dei tre tronconi della funivia che sale da Malga Ciapela, con i quali erano state eliminate tutte le differenti quote tra i piani di imbarco nelle stazioni. Era da qualche anno che ci pensavamo ed ora finalmente siamo riusciti a realizzare questo intervento».

La soluzione adottata è stata quella di costruire due ascensori, della capienza di 42 persone ciascuno, che salgono paralleli dal piano di imbarco dove si trova la cabina della funivia, fino al livello del ghiacciaio. Ascensori che sono stati forniti dalla Otis, una delle aziende leader mondiali del settore. In questo modo lo sciatore, ma anche il viaggiatore senza sci, una volta aperte le porte dell’ascensore si ritrova direttamente sulla neve.

I lavori, particolarmente impegnativi e difficili vista la quota ed il luogo, sono iniziati a maggio 2016 con la delicata fase di perforazione e consolidamento delle basi degli ascensori che salgono praticamente a strapiombo sopra i 1000 metri della parete sud della Marmolada, in parte all’interno l’altra all’esterno, quest’ultima rivestita parzialmente con delle vetrate. Sono state realizzate anche due nuove scale, previste dalle normative, che saliranno parallele agli ascensori.

Nel corso dell’estate 2016 sono iniziati i lavori edili, sospesi durante l’inverno e ripresi a metà aprile di quest’anno. La parte più consistente dell’intervento è stata terminata alla fine di luglio. Poi sono serviti ancora alcuni mesi per completare le rifiniture. Ma alla fine il risultato è più che soddisfacente. «Anche le autorità competenti che hanno approvato il progetto hanno apprezzato quanto abbiamo realizzato», continua orgoglioso Sorarù. «Si tratta di una struttura veramente innovativa e particolare che – a detta anche dei tecnici – ha migliorato l’aspetto complessivo della stazione».

La presentazione ufficiale alla stampa ed alle autorità avverrà il 21 e 22 dicembre. Giovedì 21 dicembre alle 12 ci sarà il ricevimento stampa a Malga Ciapèla e la salita in funivia in Marmolada, dove alle 13 è previsto il pranzo/buffet presso il ristorante a Serauta (a 2950 metri). Seguiranno alle 15 la visita al Museo della Grande Guerra (a tremila metri) e alle 16.30 la visita a Sottoguda Borgo d’Italia e ai Serrai. La serata per gli addetti dei media proseguirà alle 20 con la cena e il pernottamento all’albergo e ristorante Baita Dovich a Malga Ciapèla.

Venerdì 22 dicembre la giornata comincerà alle 9.30 con l’accreditamento stampa alla partenza della funivia di Malga Ciapèla e la salita a Punta Rocca (m. 3265), dove alle 11 avrà inizio la conferenza stampa di presentazione dei nuovi ascensori. Seguiranno la presentazione del video sui 50 anni delle funivie Marmolada e Tofana a Punta Rocca, l’inaugurazione e la benedizione degli ascensori, l’intervento del presidente di Marmolada e Tofana srl Mario Vascellari, i saluti e gli interventi istituzionali ed infine la presentazione della mostra fotografica “Marmolada 50 years moving to the sky”. Al termine buffet presso il ristorante a Serauta.

Video del giorno

Maltempo nel Comasco, torrente esonda a Cernobbio e travolge auto: motociclista in fuga dall'ondata

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi