In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

In primavera il processo al cuoco di Selva sotto accusa per tentato omicidio

SELVA DI CADORE. Si preannuncia un processo lungo e complesso, tanto che gli è stata dedicata un’udienza straordinaria. Si è incardinato ieri di fronte al collegio di giudici Coniglio, Feletto e...

1 minuto di lettura
SELVA DI CADORE. Si preannuncia un processo lungo e complesso, tanto che gli è stata dedicata un’udienza straordinaria. Si è incardinato ieri di fronte al collegio di giudici Coniglio, Feletto e Cittolin il processo a carico di Alessandro Pallua, 29enne di Selva di Cadore. A suo carico ci sono diverse accuse tra cui tentato omicidio, violenza privata e violazione di domicilio. Il giovane è difeso da Maurizio Paniz. I fatti risalgono a quest’estate: secondo una prima ricostruzione di quanto avvenuto Pallua avrebbe stretto le mani intorno al collo della fidanzata che aveva raggiunto all’interno dell’hotel agordino dove lavorava. Alla base del gesto, pare, un attacco di gelosia. Il giovane, di professione cuoco, si era presentato nell’hotel di Caprile e, impugnando un coltello, aveva minacciato chi si era trovato di fronte nel tentativo di scovare la giovane. L’aveva raggiunta in piazza e per dividerli c’è voluto l’intervento di alcuni colleghi. I testimoni inizieranno le deposizioni il 6 marzo.

I commenti dei lettori