In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Wiam volerà con la famiglia in Marocco

Alpago. I parenti della bimba hanno previsto oggi il viaggio alla volta di Agadir per portare il feretro

1 minuto di lettura

ALPAGO. Partirà oggi alla volta del Marocco la salma della piccola Wiam, scomparsa a causa di una malattia incurabile all’età di tre anni e mezzo. Una tragedia che ha sconvolto non solo la comunità araba della quale sono originari i suoi genitori e i suoi parenti. Ma un dramma di questa portata colpisce tutti: morire a 3 anni e mezzo per una malattia di questo genere devasta tutti. «Wiam ha accusato un carcinoma mioepiteliale», racconta uno dei parenti, una zia, «e purtroppo in poco tempo ha raggiunto la testa».

Sabato scorso la piccola è mancata all’ospedale di Padova dove era stata trattata, ma erano mesi che subiva il calvario delle cure.

La famiglia Bathami ha deciso di portarla in Marocco: qui sarà seppellita. La bambina era nata all’ospedale di Belluno, figlia di una cugina di Abdoullah Bamoussa, il mezzofondista azzurro che abita sempre in Alpago dove sono anche i cugini.

Quest’oggi i parenti prenderanno il volo per il Marocco: la tappa definitiva sarà Agadir, la cittadina marocchina sul mare, dove la bambina sarà sepolta. Con loro il feretro della piccola. Non sembra sia stata ancora fissata, invece, la data dei suoi funerali, che saranno calendarizzati in terra marocchina nei prossimi giorni. Sarà una cerimonia funebre, poi la bimba sarà seppellita.

Intanto la comunità araba aveva intenzione di promuovere un momento di integrazione con quella bellunese, vivendo un momento comune da organizzare con la parrocchia di Cavarzano. Un’iniziativa per ricordare la piccola e per essere vicini alla famiglia in un momento di grande difficoltà. Un grande dolore per la scomparsa prematura di una bambina che portava nel suo nome, Wiam, la volontà di Pace e Armonia. (cri.co.)



I commenti dei lettori