In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La conferma: Giacobbi è il nuovo amministratore di Cortina 2021

La Fondazione ratifica la voce che in paese girava ormai da giorni. Nicoletti saluta: «Auguro il meglio a tutto il team, continuerò a dare una mano»

di Alessandra Segafreddo
2 minuti di lettura

PONZANO VENETO. Tutto confermato. Nessun colpo di scena.  Valerio Giacobbi è il nuovo amministratore delegato della Fondazione Cortina 2021. La decisione è stata presa ieri pomeriggio al termine della seduta del Consiglio di indirizzo della Fondazione, svoltosi all’hotel Relais Monaco di Ponzano Veneto. La notizia era attesa nella conca ampezzana. Il nome di Giacobbi come futuro successore di Paolo Nicoletti girava da giorni. Ciò che non tutti capivano erano le motivazioni che avevano portato a questo cambio. C’era chi ipotizzava litigi e fratture. Nulla di tutto ciò. La scelta è stata presa per avere a capo della Fondazione una persona di Cortina, presente a Cortina tutto l’anno.

Nicoletti ieri era in consiglio, è intervenuto nel dibattito e si è detto disponibile al passaggio di consegne, augurando il meglio al suo successore. Il tutto in un clima armonioso e tranquillo. «Rivolgo un grande in bocca al lupo a Cortina per il grande affetto ricevuto e per la serietà del team con cui ho lavorato in questi anni», ha detto Nicoletti. «Faccio il tifo per Cortina e continuerò a dare una mano».

La scelta di affidare l’incarico a Giacobbi è stata condivisa da tutto il consiglio. C’erano, oltre al presidente Alessandro Benetton, il sindaco Gianpietro Ghedina, Igor Ghedina, Alberto Piccin e Roberto Bortoluzzi per la Fisi, Roger De Menech per il Governo, Roberto Padrin per la Provincia e Federico Caner per la Regione; collegati in videoconferenza Flavio Roda per la Fis, Roberto Fabbricini e Carlo Mornati per il Coni. Dopo i complimenti a Nicoletti per l’ottimo lavoro svolto, sono anche state sottolineate le capacità di Giacobbi.

Ora, dopo le chiacchiere e le polemiche degli ultimi giorni, si torna a lavorarepancia a terra per organizzare un grande Mondiale.

Facendosi portavoce di tutti i componenti del Consiglio di indirizzo, è intervenuto Giovanni Malagò, presidente del Coni. «Ringrazio Nicoletti per l’ottimo lavoro fin qui svolto», dichiara Malagò, «siamo entrati in una nuova fase che necessita di un impegno a tempo pieno sul territorio per accelerare nell’implementazione dei processi organizzativi, fondamentali per il successo di un grande evento sportivo, particolarmente atteso anche dalla comunità locale. Per questo motivo abbiamo ritenuto di avvalerci della professionalità di un manager cortinese con esperienze in aziende internazionali e rodato anche nella gestione dell’amministrazione locale, un uomo in grado di garantire un presidio quotidiano nell’attività di Fondazione. A Giacobbi gli auguri di buon lavoro e l’invito a proseguire nel percorso intrapreso».

Poi è toccato al presidente Benetton ringraziare Nicoletti «per la professionalità e la competenza con cui in questi anni ha guidato l’attività di Cortina 2021», costruendo la cornice giuridica entro cui attuare il Piano delle opere da lui stesso elaborato, con contenuti fortemente innovativi e organizzando una squadra molto apprezzata ai vari livelli dell’organizzazione sportiva internazionale. Il presidente ha anche rilevato come nel vertice di ieri le intenzioni siano state «condivise all’unanimità». «Ho colto un buono stato d’animo», ha aggiunto, «e un accordo sul fatto che alcuni stakeholders debbano essere coinvolti di più, in futuro, nel percorso verso i Mondiali 2021».

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

I commenti dei lettori