Grotta azzurra più sicura nei progetti del Comune di Mel

Trattativa in corso con i proprietari dei terreni per facilitare lo sviluppo  turistico. Alcune aree sono state recintate. Divieti di sosta per i park selvaggi

MEL. La Grotta Azzurra di Mel meta turistica sicura ed accessibile ai visitatori. Questo l’obiettivo che si è posta l’amministrazione comunale zumellese guidata da Stefano Cesa.

Infatti l’avvicinarsi della bella stagione porterà verosimilmente molti turisti e curiosi nell’area naturalistica di Villa di Villa che ha avuto una vera e propria promozione pubblicitaria circa un anno fa quando il governatore del Veneto Luca Zaia condivise su Facebook un post del coordinamento turistico Villa di Villa nel quale erano pubblicate le foto di questo luogo incantevole.


In poco tempo, tramite i social, le immagini della Grotta Azzurra sono state viste da migliaia di persone, che ne hanno esaltato la bellezza naturalistica. In precedenza il sito era conosciuto in loco per le sue particolarità e da sempre era meta di sporadiche visite da parte della gente locale, soprattutto per trovare refrigerio alla calura estiva. L’imprevista popolarità del luogo ha portato tanti visitatori, molti da fuori provincia, a raggiungere questa meraviglia della natura la scorsa estate. Oltre alla bellezza della Grotta Azzurra, da subito si sono denotate anche alcune problematiche legate a viabilità, posteggi, sicurezza, il passaggio su terreni di proprietà privata e la mancanza di cartelli informativi.

Per quanto riguarda i proprietari dei terreni è in corso una trattativa con il comune di Mel per trovare una soluzione che favorisca lo sviluppo turistico della zona.

Nel frattempo l’inverno scorso alcune aree private, attraversate dai visitatori per recarsi alla Grotta Azzurra, sono state recintate.

Contemporaneamente l’amministrazione comunale, per ovviare al problema dei parcheggi selvaggi, ha implementato la zona con cartelli di divieto di sosta, ricordando che gli unici posteggi consentiti sono quelli che si trovano al vicino Castello di Zumelle.

La volontà del sindaco Cesa è di realizzare una progettualità complessiva dell’area attorno al castello con dei percorsi, itinerari e punti di osservazione che, oltre a portare alla grotta, portino anche a valorizzare le aree contermine del vecchio mulino con la possibilità di percorsi terrazzati che portino il turista ad ammirare le particolari forre appena a valle del manufatto. Sicuramente si tratta di un progetto ambizioso che vede tutte le parti in causa al lavoro per rendere questo luogo incantevole idoneo è sicuro per l’arrivo dei turisti, implementando la ricchezza naturalistica, artistica e culturale che fa di questo territorio uno dei più belli d’Italia.

Alex De Boni

Frullato di fragole, carote e semi oleosi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi