Calano gli incassi di Lambioi ma aumentano nelle aree blu

BELLUNO. Bellunum gestisce anche i parcheggi a pagamento (aree di sosta e stalli blu), ma solo nel capoluogo. Questo ramo ha generato nel 2017 un fatturato pari a 786 mila euro e ha visto portare a...

BELLUNO. Bellunum gestisce anche i parcheggi a pagamento (aree di sosta e stalli blu), ma solo nel capoluogo. Questo ramo ha generato nel 2017 un fatturato pari a 786 mila euro e ha visto portare a termine lavori straordinari di manutenzione sulle scale mobili, la sostituzione dei corpi illuminanti nel parcheggio di Lambioi e lungo la scala esterna, dove sono state messe le luci a led, e la sostituzione di tutti i parcometri della città.

È stato modificato anche il sistema di rilevazione dell’avvenuto pagamento della sosta da parte degli utenti, che oggi avviene attraverso un palmare dato agli accertatori. Non è più necessario, per gli utenti, esporre il tagliando che certifica di aver pagato quanto dovuto per parcheggiare: gli accertatori fanno la verifica attraverso la targa dell’auto.


Gli incassi dei parcheggi gestiti da Bellunum, però, sono in calo rispetto al 2016: sono passati da 1.567.943 euro a 1.492.602, con un decremento di 75 mila euro. È dovuto in massima parte alla modifica tariffaria degli abbonamenti al park di Lambioi, che dal 1° gennaio 2017 sono passati da 35 euro al mese a 21. Una piacevole novità per gli utenti, ma qualche difficoltà da gestire per Bellunum.

Ci sono stati 130 abbonati in più nel corso dell’anno, ma il loro numero non è stato sufficiente per coprire il calo degli introiti. Ne sarebbe servito un centinaio in più. Calano anche gli incassi delle aree di sosta al palasport e in via San Biagio (- 6 mila euro), al Metropolis (- 2 mila) e all’ex Moi in via Feltre (-9 mila euro), quest’ultimo dovuto in gran parte al trasferimento di molti uffici dal palazzo dell’Usl all’ospedale e alla chiusura della parte superiore del parcheggio per ragioni di sicurezza. Lambioi, invece, alla fine perde rispetto al 2016, 39.109 euro.

Aumentano, invece, gli incassi dagli stalli blu (+6%), in particolare nella zona Ovest, e crescono gli introiti al parcheggio alle ex segherie, vicino alla rotatoria della Cerva (+12% rispetto al 2016). Registra una leggera flessione anche il parcheggio Metropolis, vicino alla stazione, ma probabilmente è dovuto al fatto che molti utenti, visto il calo delle tariffe di abbonamento a Lambioi, hanno scelto di modificare l’area di sosta in cui sistemare l’auto per lunghi periodi.

Per quanto riguarda le sanzioni, infine, l’anno scorso ne sono state elevate 2.480 dagli accertatori di Bellunum. I numeri sono in linea con quelli del 2015 e sono nettamente inferiori a quelli del 2016, quando le multe erano state quasi 3500. (a.f.)

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi