Frana tra Dont e Forno di Zoldo

Nessuna auto coinvolta, Veneto Strade al lavoro per mettere in sicurezza la zona

VAL DI ZOLDO. Frana sulla strada provinciale 251 tra Dont e Forno. Un esempio, secondo il sindaco di Val di Zoldo Camillo De Pellegrin, della fragilità della montagna e del suo bisogno di specifiche cure e attenzioni.

Il movimento franoso non ha avuto per fortuna serie conseguenze e gli operai di Veneto Strade si sono immediatamente messi al lavoro per ripristinare la viabilità.


Lo smottamento è avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì nel tratto di strada che collega Dont e Forno. «Intorno alle 6.30 mi ha chiamato un cittadino» spiega De Pellegin, «e ho subito avvisato Veneto Strade, che era già a conoscenza del fatto». La frana è piuttosto corposa e i detriti hanno invaso una parte della strada. Per fortuna in quel momento non passava nessuno e non risultano auto coinvolte.

Le reti a protezione della strada sono state completamente tranciate dallo smottamento e Veneto Strade sta valutando come intervenire. Dopo l’intervento di somma urgenza, che ha visto la rimozione dei detriti per permettere la circolazione delle auto e il taglio di alcune piante, la società sta valutando se sia sufficiente riposizionare le reti a protezione della strada o se sia opportuno far brillare il materiale che ancora potrebbe cadere a valle.

«Sulla provinciale 251 insistono alcuni tratti che d’inverno sono soggetti a slavine e d’estate a frane» spiega il sindaco De Pellegrin, «è un territorio difficile sotto il profilo idrogeologico e Veneto Strade è sempre intervenuta con puntualità. Ma questo dimostra che la montagna chiede un occhio differente rispetto al resto del territorio: servono cure continue». (v.v.)

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi