In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Terapia del dolore si specializza

Grazie ad un finanziamento, saranno acquistate le attrezzature

1 minuto di lettura

BELLUNO. Al via le procedure interventistiche di terapia del dolore nell’unità operativa semplice dipartimentale di Terapia del dolore dell’ospedale San Martino di Belluno, diretta dalla dottoressa Teresa Battistini.

In particolare, grazie ad un finanziamento che l’Usl Dolomiti ha voluto destinare all’acquisto di materiali ed apparecchi specifici, verranno avviati i trattamenti in radiofrequenza continua e pulsata e la peridurolisi con radiofrequenza gangliare, insieme al trattamento in radiofrequenza dell’articolazione sacroiliaca. Tali tecniche interventistiche richiedono un’alta specializzazione e sono riservate al trattamento del dolore complesso resistente alle terapie convenzionali.

I pazienti candidati a tali procedure sono accuratamente selezionati secondo criteri condivisi con il nostro centro hub di riferimento, cioè il reparto di Terapia del dolore di Treviso, diretta dal referente regionale della rete specifica, Bevilacqua, con il quale l’ unità operativa semplice dipartimentale di Belluno vanta una consolidata collaborazione.

L’avvio di questa attività rappresenta un altro importante passo avanti nella battaglia contro il dolore. «Il nostro obiettivo», afferma Battistini, «è quello di creare una rete per il trattamento del dolore che riesca a prendere in carico tutta la popolazione del bellunese in modo uniforme dai paesi più lontani del Cadore e del Comelico, dallo Zoldano all’Alpago, integrandosi con le attività svolte all’Ospedale di Feltre, sempre in stretta collaborazione con il Centro regionale di riferimento di Treviso».

I commenti dei lettori