Mondiali 2021, Manaigo: «I ritardi sono troppo gravi»

Il presidente del Distretto turistico invoca una soluzione allo stallo che rischia di costare caro a Cortina

CORTINA. Serve una svolta. Subito. A lanciare il nuovo grido d’allarme per i Mondiali di sci 2021 è Gherardo Manaigo, il presidente del Distretto turistico delle Dolomiti bellunesi. A preoccupare Manaigo è il «grave ritardo» accumulato non solo per le varianti all’Alemagna, ma anche per le opere forse ancora più indispensabili, cioè la viabilità di accesso alle piste e gli impianti stessi. Ritardi che potrebbero avere conseguenze devastanti sul piano dell’immagine e non solo.

Ricordando che il governo, con la manovra correttiva del 2017, ha previsto la nomina di ben due commissari straordinari, uno per le opere da realizzarsi a Cortina e l’altro per le varianti Anas, Manaigo sottolinea come nessuno degli interventi sia ancora partito. «Nessuna delle quattro varianti alla viabilità statale in Cadore, a Tai, Valle, San Vito e Cortina saranno realizzate entro il 2021», scrive Manaigo. «Inoltre le opere per l’accessibilità, l’area di Rumerlo, il Tunnel Olimpia e la pista Vertigine, lavori da 10,4 milioni di euro che dovrebbero essere ultimati entro il 31 ottobre 2018, non sono ancora stati posti a gara d’appalto». Ma non basta: «Gli interventi per la funivia, le piste A e B, l’area di Col Drusciè e la strada che bypassa Colfiere-lago Ghedina, che costeranno altri 25-30 milioni di euro e che vanno realizzati entro il 31 ottobre 2019, non hanno ancora tutti i progetti approvati».


Una situazione di stallo politico amministrativo allarmante, per la quale Manaigo invoca provvedimenti, magari mettendo in campo maggiori competenze. Va ricordato anche che a giorni, il 20, la Fis sarà a Cortina in sopralluogo e oltre alla figuraccia internazionale, gli operatori temono anche che i fondi vengano dirottati altrove. «Il Distretto», insiste Manaigo, «auspica che si faccia qualcosa rapidamente, verificando le ragioni dei rallentamenti, e chiede un incontro a stretto giro con i responsabili politico istituzionali, al fine di analizzare compiutamente lo stato dell’arte degli interventi programmati e delineare ogni utile iniziativa per superare lo stallo e accelerare l’iter».

Manaigo si sta avvalendo dell’assistenza di due consulenti di eccellenza, Ivone Cacciavillani e Simonetta Rottin, membri del gruppo Nord-est che affianca il Distretto proprio in relazione agli appuntamenti di Cortina con le finali di Coppa del Mondo del marzo 2020 e dei Campionati mondiali di sci alpino del febbraio 2021.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi