Controllo delle linee Enel l’elicottero nel Bellunese

E-distribuzione avvia dalla provincia la campagna di monitoraggio della rete Servirà per verificare le condizioni di cavi e tralicci al fine di evitare disservizi

BELLUNO. Check up alle linee elettriche. Nei prossimi giorni un elicottero sorvolerà la rete di media tensione di E-distribuzione per controllarne le condizioni e verificare se sono necessari interventi di manutenzione. L’operazione della società del gruppo Enel porterà ad ispezionare complessivamente 10.900 km di linee in Veneto, distribuite in 468 comuni. Nel Bellunese, territorio dal quale partirà il monitoraggio, sono 28. Saranno controllati 442 km di linee nell’arco di 26 ore di volo.

L’obiettivo è quello di ridurre il numero di interruzioni di corrente e migliorare sempre più la qualità del servizio elettrico offerto alla clientela: grazie ai riscontri delle operazioni di sorvolo, incrociati con l’analisi evoluta della rete e la sua manutenzione predittiva, E-distribuzione punta infatti a verificare lo stato di salute delle proprie linee elettriche e, dove necessario, a predisporre piani di interventoper prevenire molte cause di potenziali disservizi.


Fino alla fine di luglio l'“occhio elettronico” di E-Distribuzione batterà palmo a palmo le linee elettriche aeree a media tensione allo scopo di rilevare eventuali anomalie presenti sui propri impianti. Un’attività di ispezione che si affianca al piano di sviluppo e manutenzione della rete di distribuzione.

«Il controllo aereo e il monitoraggio della rete elettrica», sottolinea Luca Tanzi, responsabile Esercizio rete E-Distribuzione Triveneto, «rappresentano un’attività fondamentale per garantire un servizio elettrico continuativo e volto all’eccellenza. Si tratta di una tipologia di intervento che presenta molti vantaggi e che nel corso degli anni ci ha permesso di ridurre in modo significativo i tempi necessari per i controlli, aumentandone l'accuratezza, evitando interruzioni programmate, garantendo quindi a cittadini e imprese del territorio una rete elettrica affidabile e resiliente».

Il sorvolo a bassa quota delle linee elettriche consente la rilevazione visiva di eventuali anomalie e la ripresa video della situazione degli impianti, con particolare attenzione alla presenza di piante nelle immediate vicinanze dei conduttori, la verifica dello stato dei sostegni, delle mensole, degli isolatori e dei trasformatori posizionati su palo. Il controllo avviene con le linee elettriche in tensione, ovvero senza dover interrompere il servizio. Al controllo aereo faranno seguito l'analisi dei dati registrati e le eventuali ispezioni mirate dei tecnici Enel per definire il piano di interventi.

L’elicottero sorvolerà, nel Bellunese, i comuni di Alano, Arsiè, Auronzo, Belluno, Borca, Cibiana, Cortina, Feltre, Fonzaso, Val di Zoldo, Lamon, Lentiai, Limana, Lozzo, Mel, Pedavena, San Gregorio, Santo Stefano, San Vito, Santa Giustina, Sedico, Seren del Grappa, Sospirolo, Sovramonte, Trichiana, Vigo, Vodo, Zoppè. (a.f.)

Video del giorno

Barattin, Soccorso Alpino: non sottovalutate la montagna, chi sbaglia paga. Anche i soccorsi

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi