Settanta nuovi parcheggi all’ospedale cittadino

L’Usl ha aumentato il numero di stalli per evitare i furbetti della sosta selvaggia

BELLUNO. Settanta nuovi parcheggi e un percorso per i pedoni vicino al laboratorio analisi. La guerra ai divieti di sosta all’ospedale San Martino si è conclusa con una ridefinizione delle aree di parcheggio e un potenziamento degli stalli, che servirà ad evitare, nelle intenzioni dell’Usl, che gli automobilisti posteggino in divieto complicando le manovre dei mezzi di soccorso.

La decisione nasce a conclusione di un tavolo tecnico fatto dai dirigenti dell’Usl e della Polizia locale.


Parcheggiare in divieto, anche solo per pochi minuti, può creare un ostacolo per le ambulanze. Anche perché il problema riguardava soprattutto la strada di accesso al Pronto soccorso (all’ingresso dell’ospedale, poco dopo il supermercato) e la zona del laboratorio analisi, dove gli utenti lasciavano l’auto magari per pochi minuti, ma creando di fatto una seria criticità per i mezzi di soccorso.

Spesso l’Usl ha chiamato i vigili urbani per multare gli automobilisti indisciplinati e sono stati messi cartelli visibili con l’indicazione del divieto. L’aver creato settanta nuovi parcheggi, è questo l’auspicio, dovrebbe permettere a tutti gli utenti dell’ospedale di trovare un posto in cui lasciare la macchina.

Il progetto prevede una rideterminazione anche della circolazione delle auto, come si legge nell’ordinanza che la disciplina e che è stata firmata dal comandante della Polizia locale Gustavo Dalla Ca’. Nella zona dell’ex “Serbatoio di ossigeno” la corsia per la svolta a sinistra viene separata dall’altra (dritta e a destra) attraverso un’aiuola rialzata, posta nella parte terminale dell’anello rotatorio, a senso unico di marcia, di entrata all’ospedale (davanti alla salita che conduce al Pronto soccorso).

In conseguenza di ciò è stata leggermente modificata la disposizione di una dozzina di stalli di sosta che si trovano nel parcheggio a ridosso dell’ex serbatoio di ossigeno. Inoltre l’intero anello sarà suddiviso in due corsie di marcia, pur rimanendo a senso unico.

L’Usl ha predisposto una cinquantina di nuovi stalli vicino al Blocco F, quello più nuovo nel quale si trovano i reparti di Pediatria, Ginecologia e Ostetricia. Un’altra ventina di stalli sono stati creati vicino agli ex edifici lavanderia e casa delle suore (la zona è quella dell’ex Pediatria). C’è il divieto di sostare fuori dagli stalli per tutta la giornata.

Infine, saranno eliminati sette o otto stalli che si trovano nel parcheggio davanti al Magazzino ausili, per lavori di ristrutturazione che riguardano quest’ultima struttura e che si concluderanno entro fine anno.

Attraverso la sistemazione di alcune barriere di plastica sarà realizzato un passaggio pedonale nel tratto compreso fra la strada che scende dal Pronto soccorso e l’ingresso dell’ospedale (il percorso costeggerà tutta l’area del laboratorio analisi). Vicino alla fermata dell’autobus, infine, sono stati istituiti tre nuovi stalli per la sosta delle persone invalide o con disabilità. —
 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi