Pronto il bando per realizzare il nuovo marchio delle Dolomiti

La ditta selezionata dovrà creare anche i prodotti da promuovere all’estero Il direttore della Dmo al lavoro con le tv per ampliare la conoscenza del territorio

belluno

Un bando per selezionare la società che realizzi il “marchio-ombrello” sotto cui commercializzare e promuovere tutti i prodotti del territorio dolomitico. Sarà pubblicato nei prossimi giorni dalla Provincia, per conto della Destination management organization, e avrà un valore di circa 200 mila euro. A fare il punto sull’attuazione del piano di marketing territoriale, a due mesi dalla sua nomina a direttore della Dmo, è Giuliano Vantaggi.




«Con il bando di prossima pubblicazione sarà selezionata una società che abbia già esperienza nella costruzione di brand territoriali», precisa Vantaggi. «La ditta vincitrice dovrà non solo realizzare il marchio per noi, ma anche lavorare alle dinamiche per la costruzione dei prodotti da promuovere, introducendoli anche nei canali di vendita». Dei 200 mila euro, che saranno presi dai 5 milioni del fondo dei comuni confinanti a disposizione, una parte minima andrà per il logo e il resto per la costruzione del branding. «Con settembre contiamo di iniziare a lavorare a pieno ritmo anche su questo fronte». Vantaggi precisa, inoltre, che entro novembre, proprio grazie alla nuova programmazione dei bandi Por Fesr per il rinnovo degli alberghi di 6 milioni di euro messi a gara dalla Regione, «contiamo di definire completamente l’entrata di tutte le Unioni montane nella Dmo».



Il direttore dell’organismo turistico provinciale in questi mesi è stato impegnato in molteplici incontri con le associazioni che operano sul territorio per costruire e definire i prodotti turistici. Si va dal mondo della bike a quello dello sci, dall’enogastronomia al business, dallo sport in generale al prodotto artigianale fino al turismo congressuale. «I singoli territori, nei quali ho trovato grande entusiasmo, grande voglia di fare, precisano le loro potenzialità poi spetta a me riunire e coordinare tutto per avere, alla fine, un prodotto provinciale. Infatti, solo unendo gli obiettivi possiamo essere più forti e attrattivi», dice il manager. E proprio pensando all’attrattività, la Dmo sta valutando le fiere alle quale partecipare in autunno per promuovere il Bellunese.



Promozione del territorio che non si è mai interrotta. «Stiamo lavorando sulla visibilità mediatica», puntualizza Vantaggi, «che abbiamo visto essere molto importante per veicolare un territorio. Abbiamo ospitato Sky arte che ha registrato delle immagini straordinarie del Cadore, della valle del Piave e del Boite per la trasmissione “Sei in un paese meraviglioso” con Vergassola che andrà in onda in ottobre. È venuta anche la Bbc che, per la puntata di The planets su Saturno, hanno girato dei video delle Tre Cime e andrà in onda in primavera. Abbiamo poi ospitato Rai1 con Mattina Estate che, per cinque puntate di seguito, ha promosso il nostro territorio. Ora stiamo lavorando per costruire una puntata di Linea Verde, per fine agosto, con protagonista il comune di Belluno insieme con Valbelluna e l’Alpago. Stiamo anche cercando di portare in Zoldo la Vita in diretta di Rai1, così come abbiamo fatto lunedì scorso con Seren del Grappa. Con Rai Storia stiamo girando per la provincia per il programma Meraviglie d’Italia: dall’Agordino passeremo in Cadore, Valbelluna e Feltrino. Infine, stiamo interagendo anche con SatTv2000 per un programma che raccoglie oltre 5 milioni di spettatori, incentrato sul Piave. Stiamo andando avanti, ma il percorso è lungo». —



Video del giorno

A Chioggia il museo sui fratelli Ballarin, assi del Grande Torino. La tragedia di Superga

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi