Categorie economiche «I nostri parlamentari tutelino la Prefettura»

belluno. Appia Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confindustria chiedono ai parlamentari bellunesi di agire insieme per evitare l’accorpamento della Prefettura di Belluno con quella di Treviso....

belluno. Appia Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confindustria chiedono ai parlamentari bellunesi di agire insieme per evitare l’accorpamento della Prefettura di Belluno con quella di Treviso. «Non possiamo assistere passivamente alla progressiva cancellazione dei servizi e dei presidi fondamentali per il territorio», sostengono le quattro categorie economiche, «la cui debolezza è purtroppo certificata dalle statistiche socio-economiche. Dal calo demografico alla contrazione delle imprese attive, sono diversi gli indici negativi che richiederebbero un’attenzione particolare per questa provincia. Purtroppo, avvertiamo invece continui segnali che non possono non allarmare: dopo la sezione fallimentare del Tribunale, sembrano essere a rischio gli uffici della Prefettura, presidio fondamentale per la sicurezza e la legalità del territorio».

«Chiediamo perciò ai parlamentari bellunesi di intervenire uniti per scongiurare il paventato accorpamento. Risulta pericoloso in questo momento per il tessuto economico e sociale», concludono, «dare segnali di insicurezza sul futuro della nostra provincia. Non è utile a trattenere giovani, risorse e aziende. Inoltre in vista dei Mondiali è fondamentale il ruolo di coordinamento, garanzia della legalità e dell’ordine, della Prefettura».


Bond: la Lega intervenga. Contrario alla chiusura della Prefettura di Belluno è il deputato di Forza Italia Dario Bond: «Lo Stato non può togliere servizi e presidi dal territorio, soprattutto in un territorio di montagna già in sofferenza. La Lega intervenga contro questa ingiustizia», tuona. «La Lega e i suoi rappresentanti bellunesi si attivino interessando il loro segretario e ministro dell’Interno Matteo Salvini, affinché questa ipotesi non si realizzi».

«In questi anni di governo del centrosinistra abbiamo assistito ad un impoverimento dei servizi», conclude. «Ora si rischia di perdere un presidio fondamentale per la sicurezza, non solo contro il terrorismo e la criminalità, ma anche come coordinamento per le emergenze di protezione civile».

Saviane replica. «L’accorpamento delle Prefetture era stato inserito nella riforma Madia, quindi è opera del precedente governo», replica il senatore della Lega. «La questione sarà presa in mano dopo la pausa estiva perché in questo momento ci sono altri provvedimenti urgenti da discutere. Il governo in carica farà le sue considerazioni su questa riforma. Se alcuni parlamentari hanno tempo di andare dietro a paure create ad arte lo facciano, ma non è argomento di cui si stia parlando oggi a Roma».

Saviane assicura che con il deputato Badole combatteranno per difendere la Prefettura di Belluno, alla luce della specificità della provincia montana, ma ricorda anche che «la Prefettura non è un’istituzione molto cara alla Lega, perché è imposta dallo Stato centralista. —



Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi