Si è spento De Cian, maestro di vita per generazioni di studenti feltrini

Il docente aveva compiuto 100 anni lo scorso 27 giugno. Colonna portante dell’Itc Colotti e per tante società sportive 

FELTRE

Si è spento ieri mattina all’ospedale di Feltre dove era ricoverato da qualche giorno. La città e tutto lo sport feltrino piangono Italo De Cian. Se n’è andato a cento anni un vero e proprio maestro di vita per intere generazioni di feltrini. Un educatore appassionato che nel suo ruolo di docente di educazione fisica sapeva vedere nei giovani studenti oltre la cortina di un’interrogazione andata bene o male. Lo scorso 27 giugno, in occasione del secolo di vita, era stata organizzata una festa al ristorante La Casona nella quale erano stati ricordati i bei tempi e al professore era stata donata una targa di ringraziamento a nome di amici, collegi e istituzioni.


Un vero educatore, un uomo che ha dedicato la propria vita alla scuola e ai suoi studenti. È stato lui che ha saputo dare alla ginnastica la dignità di vera materia scolastica. Educazione fisica nel vero senso del termine. «Ho sempre chiesto ai miei studenti il rispetto delle regole che valgono nello sport come nella vita», aveva raccontato nel 2008, quando a 90 anni aveva ricevuto il premio Santi Vittore e Corona conferitogli dalla Famiglia Feltrina. «Questo riconoscimento è stata una scossa nella mia vita di pensionato», disse ancora. «Mi è passata davanti in un attimo tutta la mia attività di docente. Questo è uno dei giorni più belli della mia vita».

Il percorso umano e professionale di Italo De Cian è stato di grande spessore e da lui hanno attinto tanti altri insegnanti di educazione fisica che poi hanno insegnato nelle scuole medie e nei vari istituti della città. Dieci anni fa fu l’amico Angelo Marchet, altro docente di educazione fisica, che ha ritenuto De Cian un riferimento, a tracciarne il curriculum.

Nella sua lunga carriera di uomo di sport il professore ha saputo fare andare a braccetto il rigore e il sacrificio con l’umanità. Ne sanno qualcosa le centinaia di studenti dell’Itc Colotti che con lui sono cresciuti. Oltre a svolgere il suo compito di insegnante nella scuola, De Cian, ha ricoperto il ruolo di tecnico e allenatore in varie discipline sportive e per conto del Ministero della pubblica istruzione ha formato e aggiornato il personale insegnante facendo anche parte della commissione che verso la fine degli anni 60 fu incaricata di aggiornare i programmi scolastici di educazione fisica.

È stato importante nell’organizzare corsi di sci e settimane bianche a Croce d’Aune e a San Martino di Castrozza ed ha lasciato il segno nel Basket Feltre, nella Ginnastica Feltre e nello Sci club Feltre, società con le quali negli anni ha collaborato. La capacità di trasmettere ai suoi allievi lo spirito di appartenenza ad un gruppo, un sano agonismo e di confrontarsi con se stessi sono valori che De Cian ha tramandato ad intere generazioni di studenti.

Ieri, non appena si è diffusa la notizia della sua morte, è cominciato un tam tam di messaggi di cordoglio che ha interessato numerose società sportive di Feltre, a cominciare dal Nuovo Basket Feltre, la società di era stato cofondatore e la cui squadra aveva allenato per lunghi anni. Per tutto lo sport feltrino quella di ieri è stata una giornata molto triste.

Il professor Italo De Cian lascia la moglie e le figlie Carla, Laura e Francesca. —


 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Sudafrica, nella riserva la spettacolare lotta tra giraffe a colpi di collo: una finisce a terra

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi