In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Pista e pedane nuove allo “Zugni”: investimento da mezzo milione

Nell’importo è prevista la manutenzione dell’impianto e il recupero dei vecchi spogliatoi a fianco della tribuna

Roberto Curto
2 minuti di lettura

FELTRE. La vecchia pista di atletica con tutti i suoi acciacchi va in pensione. Nel 2019 allo stadio “Zugni Tauro” arriverà una pista nuova di zecca che restituirà valore al principale impianto sportivo cittadino. Spesa programmata, mezzo milione di euro, che oltre alla pista comprende l’adeguamento di tutte le pedane e una generale manutenzione di tutta la struttura, compreso il recupero degli storici spogliatoi posizionati in fondo all’impianto in direzione nord. A distanza di ventotto anni, dunque lo stadio comunale si prepara a un generale lavoro di ringiovanimento. Non una semplice copertura come immaginato inizialmente anche per contenere i costi, ma una pista completamente rifatta.. L’unica cosa che non cambierà sarà il raggio di curvatura dell’ovale. Quindi niente meeting internazionali, ma per il vasto movimento di persone che pratica atletica sia a livello agonistico, sia a livello amatoriale, il nuovo “Zugni Tauro” darà tutte le risposte del caso. Nel 1990 i lavori arrivarono sotto la spinta del Giro delle Mura, la manifestazione di corsa strada nata proprio negli anni 80 per sottolineare il bisogno di un impianto per la pratica dell’atletica degno di questo nome. Il lavoro svolto allora fu di qualità, ma ventotto anni si sentono tutti e ormai è a rischio la stessa incolumità degli atletici che la calcano.

L’amministrazione comunale ha fatto dunque il grande passo, ha commissionato il progetto, giunto allo studio esecutivo, quindi pronto per essere messo a bando, a un qualificato studio specializzato del vicentino, che ha valutato tutte le opzioni possibili, creando la soluzione che l’assessore ai lavori pubblici, Adis Zatta, definisce, «la migliore possibile dal punto di vista qualitativo». La speranza è anche quella di intercettare un finanziamento grazie al bando “Sport e periferie” al quale il Comune di Feltre si è candidato proponendo un cofinanziamento del 40 per cento dell’opera. La risposta arriverà presumibilmente a marzo. Se tutto filerà liscio meglio, altrimenti l’amministrazione intende comunque eseguire l’intervento accendendo un mutuo o candidando l’opera ai Fondi per i comuni di confine. I passi futuri saranno compiuti in base a come si svolverà la situazione. Nessun dubbio invece, sui tempi dei lavori, programmati l’anno prossimo.

L’assessore Anna Maria Rossi sottolinea la determinazione nel eseguire l’intervento: «È doveroso non solo nei confronti di tutte le società sportive, ma anche dei tanti cittadini che usufruiscono della pista di atletica soprattutto dalla primavera all’autunno. L’idea di mettere mano alla pista parte da gennaio 2017, ora siamo al progetto esecutivo e i lavori saranno eseguiti entro la fine del 2019».

Il cronoprogramma dovrà convivere con le esigenze delle società sportive. Si procederà quindi per blocchi cercando di creare il minimo disturbo. Per il cantiere è prevista una durata complessiva di quattro mesi. Oltre a pista, pedane e attrezzature, i lavori comprenderanno una manutenzione generale agli spogliatoi, alla tinteggiatura dei muri esterni, della struttura lignea della tribuna e tutto ciò che serve per ridare freschezza estetica all’impianto.

Per ciò che riguarda la pista, la vecchia superficie sarà completamente rimossa. Nessuna copertura quindi: «Non avremmo avuto adeguate garanzie sulla qualità e sulla tenuta nel tempo», afferma l’assessore Zatta. Dunque pista nuova con la fresatura del sottofondo, posa a freddo di un primo strato di 10, 5 millimetri di granuli di gomma, e successivo strato di 2, 5 millimetri di una resina che darà alla pista un colore unico a differenza degli attuali due. —



BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI .
 

I commenti dei lettori