Codivilla, chiuso il bando per la gestione. In lizza la solita azienda romagnola

Presentata una sola domanda, quella dell’associazione di imprese capitanata dal Gruppo Villa Maria (GVM) di Lugo

CORTINA

Si è chiuso martedì alle 15 il bando di gara per l’aggiudicazione della gestione privata dell’ospedale Codivilla Putti di Cortina.


A quanto si sa, visto che le bocche all’Azienda zero del Veneto restano cucite, a presentare la domanda è stata la stessa ditta che si era fatta avanti a settembre, per rispondere al primo bando.

Si tratta, cioè, del Gruppo Villa Maria spa (Gvm) di Lugo di Romagna, il network sanitario che gestisce strutture accreditate con il Servizio sanitario nazionale e convenzionate con Fondi sanitari integrativi, casse mutue e assicurazioni sanitarie, presenti in nove regioni italiane. Gvm controlla le ditte Sia (Servizi integrati aziendali società consortile a r.l., Gvm Engineering srl, Kronosan srl e Gvm Future Life srl). Il Gruppo si è presentato insieme con un’associazione temporanea di imprese composta dalle ditte che esercitano attività sanitaria in regime di accreditamento quali Maria Cecilia Hospital spa, Ospedale San Carlo di Nancy Gvm Care e research srl, Villa Torri Hospital srl e G.B. Mangioni Hospital srl.

Nei prossimi giorni sarà istituita, in seno all’Azienda Zero, una commissione ad hoc che dovrà verificare la congruità della domanda presentata rispetto al capitolato di gara.

La situazione resta ad oggi, però, abbastanza fluida visto che, già nel settembre scorso, lo stesso gruppo di aziende (insieme con un’associazione temporanea di imprese lavori) era stato l’unico a presentarsi, ma la sua offerta era stata rifiutata in quanto troppo bassa rispetto al prezzo del bando.

La circostanza, quindi, ha costretto l’Azienda zero a rifare il bando, apportando anche delle modifiche in base alle richieste del partecipante: si è passati, cioè, da un contratto di nove anni più cinque a uno di venti anni.

Prima di partecipare il gruppo ha voluto conoscere tutti i dati relativi alla mole di attività non solo del Codivilla, ma anche di tutte le altre strutture ospedaliere dell’Usl 1 Dolomiti, oltre ai costi di gestione, di assicurazione e le spese vive del nosocomio cortinese. Si è informato, anche, sull’eventuale presenza di un contenzioso con Giomi spa, che fino al 2017 ha gestito l’ospedale insieme con l’azienda sanitaria. Tutti questi quesiti hanno costretto, quindi, l’Azienda Zero a posticipare la chiusura della gara, spostandola dal 18 dicembre 2018 all’8 gennaio 2019.

Attualmente l’ospedale Codivilla è gestito dall’Oras (Ospedale riabilitativo ad alta specializzazione) di Motta di Livenza che, nel momento in cui subentrerà il vincitore, lascerà la struttura.

Le spese di questa gestione sono a completo carico della Regione dall’aprile 2017. —


 

Frullato di fragole, carote e semi oleosi

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi